SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Svanisce alle porte delle semifinali il sogno di Mirko Tulli e Daniela Vannicola, eliminati nella puntata di sabato scorso dalla gara di “Italia’s got talent”.

Lui sambenedettese (è istruttore della Mamoti), lei di Grottammare, erano passati alla seconda fase grazie ai pareri favorevoli di Gerry Scotti e Maria De Filippi. I ragazzi avevano messo in atto varie acrobazie di coppia. Entrambi ginnasti, Tulli aveva rivelato ai tre giudici di aver praticato per anni anche il parkour, disciplina metropolitana che consiste nel superare qualsiasi genere di ostacolo presente all’interno di un percorso stabilito.

Durante l’articolata performance, Tulli aveva tenuto con successo la sua partner su una sola mano mentre lei era in equilibrio verticale. Uno dei momenti più apprezzati e applauditi dal pubblico presente. Il “no” da parte di Rudy Zerby fu motivato dalla “poca armonia nei movimenti”.

Un’eliminazione che brucia, ma che viene presa con filosofia: “Siamo dispiaciuti – dichiara Tulli – però siamo felici per l’esperienza vissuta. Speravamo di poter mostrare di più nella semifinale. Accettiamo sportivamente la sconfitta e continueremo certamente ad allenarci e a portare avanti la nostra passione. Magari potremmo ritentare l’anno prossimo, del resto pure una sola apparizione in tv potrebbe averci pubblicizzato un po’. Chissà, potrebbe giungere qualche opportunità lavorativa”.

Tulli rivela quindi qualche retroscena. “A Belen Rodriguez e Simone Annicchiarico abbiamo solo stretto la mano e con i giudici abbiamo avuto di parlarci sul palco e basta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 980 volte, 1 oggi)