MONTOTTONE Remia, Caselli  Traini, Torresi, Bordoni, Mandolesi, Cannellini (71′ Ciccola) Boccatonda (88′ Marcatili), Vallesi F (84′ Moretti), Cappella, Murazzo A disp. Brandi, Aria, Scarcelli, Vallesi P, Marcatili All. Malaspina

CUPRENSE Addazi, Lelli, Ottaviani, Frattali, Cimmino, Silipo, Bucciano, Mattioli E (57′ Pagliarini), Mattioli A, Coccia (84′ Caminonni), Dimitri (76′ Paolini) A disp. Ronconi, Greganti, El Marouani, Zaharoui All. Ferretti

Marcatori: 47′ Mandolesi, 83′ Boccatonda

MONTOTTONE – Nonostante un’ottima partita la Cuprense rimedia una sconfitta – quella di Montottone – che sa di beffa. Dopo una gara giocata tutta all’attacco, ma infarcita di errori sotto porta, il Montottone ha capitalizzato il massimo con due gol agli estremi della partita – a primo tempo finito, e all’83esimo.

Il Montottone ha la prima occasione, al 9’, ma per il resto è un monologo a tinte gialloblu – quelle rivierasche. Dopo l’errore di Murazzo (bel servizio di Boccatonda, pessima conclusione) le occasioni sono tutte per i curensi. Mister Ferretti parte col 4-3-3 con Bucciano, Dimitri e Mattioli, ma presto passa al 4-2-3-1, con E. Mattioli che in fase di possesso gioca esterno alto e Dimitri che agisce alle spalle di A. Mattioli, con Bucciano a destra.

La squadra funziona: E. Mattioli porta grande dinamismo, e la presenza di Dimitri a ridosso di A. Mattioli dà più profondità alla squadra. Proprio su una ripartenza arriva l’occasione per A. Mattioli, che riceve al limite e prova a concludere, sfiorando l’incrocio.

Pochi minuti dopo arriva una doppia occasione, con Bucciano che non riesce a mettere dentro sul bel cross di Dimitri, e – sul recupero successivo, Remia che salva alla grande sul gran tiro di Frattali. 

Dopo il tentativo di Murazzo (che spara di poco sopra la traversa) la Cuprense fallisce un’occasione clamorosa, in modo clamoroso. Ottaviani fa una grande discesa e mette dentro un ottimo cross, con Dimitri che sfiora di testa e A. Mattioli, alle sue spalle, che colpisce il palo a portiere battuto.

Fortuna e sfortuna: alla Cuprense non ne va bene una, al Montottone van bene tutte. Tra il 45’ e la fine del primo tempo la squadra di casa ha due occasioni clamorose: Caselli – in mischia, in sospetto offside – colpisce il palo, e pochi minuti dopo Mandolesi mette dentro sull’angolo di Boccatonda.

Nella ripresa la partita sembra tra cowboy e indiani, con gli apache di casa che si chiudono a copertura di Remia – sollecitato, in apertura, solo da tiri da fuori. Al 52’ A. Mattioli ha un’occasione clamorosa, a tu per tu col portiere, ma l’estremo difensore – con un’uscita alla AveMaria – riesce a fermarlo.

La partita è tutta così: cuprensi in controllo e il Montottone, ripiegato su se stesso, che copre. Le occasioni migliori i gialloblu ce le hanno le (poche) volte che il Montottone prova a pungere in contropiede, ma nei momenti chiave manca precisione e cinismo.

Per tornare a palpitare c’è bisogno di aspettare il 75’, quando Bucciano serve Dimitri in verticale, mettendolo in condizione di andare sull’uno contro uno. Dopo aver inizialmente perso il contatto col pallone l’attaccante gialloblu riceve al limite corto dell’area di rigore, ma il suo cross viene respinto, così come il tentativo di Pagliarini (che era subentrato ad E. Mattioli).

Gol sbagliato (anzi, sbagliati), gol subito. Al primo in porta della ripresa Ciccola trova il raddoppio, approfittando di una respinta corta della difesa e un errore di valutazione di Addazi. Siamo all’83esimo: gli ultimi minuti servono solo a prolungare un’offensiva mai fortunata, conclusa con la grande (e sfortunata) giocata di Paolini, che in acrobazia colpisce la traversa.

Per la Cuprense è la quinta sconfitta in un campionato che non l’ha mai vista veramente inferiore ai suoi avversari – primo tempo di Monticelli a parte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 347 volte, 1 oggi)