SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Antimo Di Francesco senza rivali, o quasi. Lo scoglio per la riconferma dell’attuale coordinatore provinciale si chiama Giampiero Giorgi. Nella lista dei candidati alla segreteria non c’è infatti il renziano Mauro Pesarini, l’unico che avrebbe potuto creare grattacapi all’ex vicesindaco sambenedettese.

Sostenitore di Laura Puppato alle primarie del 2012, Giorgi è segretario del circolo di Monticelli ad Ascoli e della sezione provinciale della corrente EcoDem.

Il ritiro di Pesarini testimonia ancora una volta la strana alleanza in atto tra i “rottamatori” della prima ora e i vecchi bersaniani. In provincia come in riviera, dove l’obiettivo è mettere a capo dell’unione comunale un democrat che non dia troppo fastidio all’amministrazione Gaspari, già dilaniata da tensioni e scaramucce interne. In lizza i soliti nomi: Emanuela Mazzocchi (sponsorizzata da tempo), Sabrina Gregori (nipote dell’ex segretario Felice), Andrea Manfroni (che sarebbe gradito all’assessore Fabio Urbinati) e Nicola Rosetti.

Dall’altra parte i “cuperliani”, capitanati dal duo Perazzoli-Emili decideranno entro martedì chi schierare. “In Provincia appoggiamo Antimo, augurandoci che lavori per l’unità – afferma il consigliere regionale – mentre a San Benedetto stiamo valutando. Quella di Gianluca Pompei è certamente un’ipotesi”.

Perazzoli vuole evitare che il nuovo segretario sia appiattito sull’amministrazione: “La mia decisione dipenderà anche da come si porranno gli avversari in merito a diverse questioni locali, ad esempio sulla vicenda delle incompatibilità.”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 485 volte, 1 oggi)