SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Internet è ormai diventato il mezzo di comunicazione più diffuso e utilizzato nell’intero mondo. Permette qualsiasi attività inimmaginabile, riduce le distanze, si possono trovare informazioni di qualsiasi genere e sono effettuate operazioni commerciali. È fondamentale anche per rilanciare e agevolare l’economia di un territorio.

Questo è uno dei motivi che ha spinto il Comune, Confindustria e la Camera di Commercio a unire le forze per realizzare nella zona portuale e del mercato ittico una rete Wi-fi Aliseo, già presente sul lungomare, che darà la possibilità a tutti gli operatori di connettere, velocemente e senza costi, tutti i possibili acquirenti. Con enormi benefici a livello economico.

Questo progetto è strettamente collegato a un altro realizzato dalla Camera di Commercio in collaborazione con la Borsa Merci Telematica, cioè quello del mercato telematico del pesce azzurro. Un importante strumento a disposizione dei produttori di pesce azzurro che utilizzando questo sistema di contrattazione assicurano efficienza e razionalità dalla Bmt. Possono mettere all’asta, prima o durante le operazioni di sbarco del pesce, intere partite di pescato al miglior offerente sul mercato telematico nazionale. Inoltre sarà possibile farlo per la vendita di crostacei e dei molluschi cefalopodi.

Un altro imminente progetto sarà la Banda Larga, infrastruttura importante per la crescita delle aziende. Essa permetterà una capacità di trasmissione dati molto superiore, sia in ampiezza sia in velocità, di quella attuale, visto l’utilizzo ormai enorme dei servizi evoluti come le videoconferenze, la telefonia, gli adempimenti fiscali online e le schede tecniche. La Camera di Commercio ha messo a disposizione dei fondi per un bando intitolato “Contributi per l’attivazione di un servizio a connettività a banda larga”, le domande devono essere presentate in maniera telematica all’indirizzo cciaa@ap.legalmail.camcom.it fino al 31 ottobre.

L’ampliamento della rete Wi-fi nell’area portuale costerà intorno ai 12 mila euro (divisi tra Confindustria e Comune) e avverrà nell’arco di un mese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 624 volte, 1 oggi)