SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà una San Benedetto notturna quella che farà da sfondo a “Mio papà”, film che il regista Giulio Base comincerà a girare dal prossimo 11 novembre. Quattro settimane in Riviera, più una a Pescara, per una pellicola che vedrà come protagonisti Giorgio Pasotti e Donatella Finocchiaro.

Prodotto da Movie And e Rai Cinema, con la collaborazione del Ministero dei Beni Culturali, “Mio papà” racconterà il rapporto affettivo in una famiglia allargata tra un bambino – interpretato da Niccolò Calvagna (in questi giorni nelle sale con “Anni felici”) – e il nuovo compagno della madre.

Nella riunione preliminare in Comune di martedì mattina, i produttori Massimiliano Leone e Valentina Di Giuseppe, oltre allo scenografo Walter Caprara, hanno illustrato il progetto all’amministrazione. “Stiamo verificando se è possibile appoggiarci qui e pare che non ci siano problemi”. Le zone prese maggiormente in considerazione sono la parte antica della città, il lungomare e le strutture di ristorazione. “E’ stato lo stesso Base a suggerire San Benedetto. Nella sua testa c’è l’idea di privilegiare una location delle Marche. Venire qui rappresenta un onere aggiuntivo, i costi raddoppiano col lo spostamento. Ecco quindi che riteniamo fondamentali i rapporti con gli amministratori del territorio; abbiamo trovato una bella atmosfera”.

Il budget a disposizione si aggirerà sui 2 milioni di euro. Una cinquantina le persone della troupe coinvolte e ben otto i camion che trasporteranno i materiale tecnici per il set. L’uscita nelle sale è prevista invece per l’ottobre del 2014, considerati i tempi necessari per il lavoro di post-produzione.

“Il nostro intento è arrivare nei cinema in un periodo di respiro – afferma Leone – cercando di evitare le grosse produzioni italiane e internazionali”.

La figura di San Benedetto non sarà marginale, nel senso che la localizzazione sarà specificata; mentre per quel che concerne la selezione delle comparse, questa verrà attivata a fine mese.

Giulio Base ha da poche settimane terminato le riprese del film “Il pretore”, basato sul romanzo “Il pretore di Cuvio” di Piero Chiara. Quarantanove anni a dicembre, nella sua carriera da regista ha diretto diverse puntate della fortunata serie “Don Matteo”. Come attore vanta partecipazioni a fiction come “Valeria medico legale”, “Tutti pazzi per amore 2” e “Una grande famiglia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.596 volte, 1 oggi)