SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Messa in archivio l’Ascoli – San Benedetto la società rivierasca passa subito al prossimo appuntamento, la preparazione del “Memorial Sabatino D’Angelo”.

“Questo dovrebbe essere il momento dei ringraziamenti – ha dichiarato il presidente Roberto Silvestri – ma prima credo sia giusto spiegare al popolo del podismo il comportamento ancora una volta, a dir poco, assurdo della gestione delle gare regionali da parte della Fidal Marche. Per chi non ne fosse a conoscenza l’Ascoli – San Benedetto si è sempre disputata l’ultima settimana di settembre e con il patrocino della Fidal Marche. Dal 2012 però, datosi che il Comitato regionale federale decise che dal 2013 in quella data si sarebbe disputato la maratona del Piceno e del Fermano (che negli anni passati si disputava in maggio) con la dicitura “internazionale“ cosi la tassa di iscrizione si raddoppiava e faceva fuori la nostra gara dal calendario. Inoltre hanno pensato bene di dare l’autorizzazione anche ad una società di Jesi di organizzare una gara di mezza maratona, una km. 10 e una non competitiva”.

Penso che il presidente federale regionale si deve far da parte, visto che sta rovinando il nostro movimento. Nonostante tutto questo però – prosegue Silvestri – i numeri ci hanno dato ragione, visto che 587 iscritti sono per la nostra gara la seconda edizione più numerosa di sempre. Spero che prima o poi qualcuno si renda conto che questa è una guerra tra poveri e che per non “morire“ abbiamo bisogno di collaborazione. Permettetemi di ringraziare – conclude – quella parte degli atleti del Porto 85 che con notevole abnegazione ci hanno permesso di terminare le operazioni si sgombero delle attrezzature con notevole anticipo sulle previsioni, i giovani dell’istituto Capriotti e il professor Giancarlo Cesari, i Carabinieri in pensione di San Benedetto, quelli del nucleo volontario della protezione civile Associazione Nazionale Carabinieri di Spinetoli, I volontari della protezione civile di Ripatransone, di Torano Nuovo e di San Benedetto del Tronto, tutti i vigili della vallata, in particolare quelli di Ascoli del comandante Celani e quelli di San Benedetto del Comandante D’Angeli. Grazie a tutti e appuntamento al 2014 con o senza la collaborazione della Fidal regionale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 332 volte, 1 oggi)