SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Studiare per lavorare. Il prima possibile. L’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “Filippo Buscemi” di San Benedetto del Tronto/Ascoli Piceno, rientra fra i 13 istituti marchigiani ammessi a contributo dal programma FIxO S&U (“Formazione e Innovazione per l’Occupazione Scuola e Università”), per l’attuazione di servizi di orientamento allo studio e al lavoro

L’obiettivo principale del progetto FIxO è quello di ridurre i tempi di ingresso dei giovani diplomati e diplomandi nel mercato del lavoro e di aumentarne le possibilità di trovare un’occupazione in linea con gli studi effettuati. Tale obiettivo rientra nelle strategie europee e nazionali per l’innovazione, la ricerca e l’occupazione, affrontando in modo nuovo il rapporto scuola/impresa, attraverso percorsi personalizzati di placement, destinati a 150 diplomandi.

Il programma, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e realizzato da Italia Lavoro, che ha il ruolo di agenzia di assistenza tecnica per gli istituti prescelti, vuole aumentare la qualità dell’occupazione e incidere sul contenimento del fenomeno di non corrispondenza tra i titoli di studio acquisiti e l’occupazione trovata, in Italia molto elevata.

Le attività inerenti il progetto saranno supervisionate da Italia Lavoro e coordinate da Ercole Capriotti, coadiuvato dai docenti Antonella Marchegiani, Giuliana Cipriani, Antonio Giordano, Giovanni De Mola e Vincenzina Di Marcangelo.

Il Dirigente Scolastico dell’Ipssar Buscemi, Alfonso Sgattoni, con questo progetto, intende contribuire a “mettere in difficoltà” l’attuale crisi economica, coinvolgendo 150 alunni delle classi quinte e di alcune classi quarte, selezionati in base al loro livello di motivazione e di interesse. E’ prevista anche la presenza di alcuni alunni che si sono diplomati nello scorso anno scolastico.

Il percorso prevede un colloquio individuale per la definizione di competenze e orientamento di ogni singolo allievo, la costruzione di un piano personalizzato “ad hoc” di 7 ore individuali, eseguite da esperti e professionisti messi a disposizione dalla scuola. Saranno coinvolti altri attori pubblici e privati del nostro territorio e si terranno dei seminari di approfondimento sull’autoimprenditorialità, sulla gestione di un colloquio di lavoro, sulla presentazione di un curriculum. Nello svolgimento delle attività, verranno coinvolte aziende, università, associazioni di categoria, i Centri per l’Impiego, Orientamento e Formazione e verrà favorita la collaborazione, intesa come utile strumento per l’inserimento degli studenti nell’agognato mondo del lavoro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 455 volte, 1 oggi)