SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un’ordinanza straordinaria che decade ed un’altra che invece resta in vigore. Sarà il primo weekend scoperto dal provvedimento sindacale del gennaio scorso che vietava dalle 24 alle 6 il consumo di bevande alcoliche in luoghi pubblici.

Il perimetro interessato era delimitato a nord da Via Carducci e Via Marin Faliero, a sud dal torrente Albula, ad ovest da Corso Mazzini e ad est dalla linea di battigia e dalla banchina di riva del Porto.

Scaduta il 30 settembre, ha lasciato spazio alla precedente normativa, varata il 22 giugno del 2009, che nega in tutto il territorio comunale la possibilità di vendere bevande per asporto in contenitori di vetro dalle 22 alle 6 del giorno successivo e la vendita per asporto di alcolici in qualsiasi contenitore dalle 24 alle 6 su aree private e pubbliche. Vietato inoltre il consumo di bevande alcoliche in aree pubbliche (giardini, parchi, piazze e strade) dall’1 alle 7, ad eccezione delle superfici adibite alla somministrazione di alimenti e bevande, debitamente autorizzate.

“Stavolta ci aiuterà la pioggia, in ogni caso non siamo nel far west – commenta il sindaco Gaspari – oltre alle regole della convivenza civile e del buon senso, resta il provvedimento vecchio. Certe ordinanze, non essendo straordinarie, non vanno riaggiornate, o si revocano o restano in vigore. Se arriverà un altro amministratore che vorrà modificarla, potrà farlo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 741 volte, 1 oggi)