Il video sarà visualizzabile prossimamente anche sui canali della televisione digitale terrestre Super J Tv, visibile al canale 603 nelle Marche e 624 in Abruzzo. Intervista di Massimo Falcioni, riprese e montaggio di Arianna Cameli.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tra sabato e lunedì sono previste forti precipitazioni in Riviera. Per questo motivo il Comune di San Benedetto è già corso ai ripari. Prevenzione e presidio sono le parole d’ordine, con la meticolosa pulizia delle caditoie avviata venerdì mattina, per consentire un afflusso rapido e senza intoppi delle acque nelle fognature.

In Municipio si è svolta una riunione a cui hanno preso parte componenti della Protezione Civile, della Pulizia Municipale, della MultiServizi, della Picenambiente, oltre ai tecnici del servizio manutenzione e agli assessori Eldo Fanini e Leo Sestri.

“Se arriveranno bombe d’acqua potremo fare ben poco – ammette Fanini – davanti ad eventi eccezionali non vi sono troppe soluzioni. Ma saremo sul campo”.

Gli interventi saranno coordinati dalla Protezione Civile. “Qualora le precipitazioni superassero i livelli di guardia, chiuderemmo le strade, per evitare l’effetto onda – informano dal Comune – a tal proposito, invitiamo i guidatori ad andare piano e ad avere un comportamento rispettoso verse i commercianti e residenti”.

Le zone che verranno maggiormente monitorate sono quelle al contempo più critiche. Ossia Via Val Tiberina, Via Maffei (in prossimità del residence Las Vegas) e le piazze San Giovanni Battista e Garibaldi. Qui gli ormai famosi lavori per annullare l’allarme degli allagamenti sarebbero sul punto di ripartire. La ditta autorizzata sta infatti contattando alcune imprese locali per riasfaltare i punti nei quali si è scavato al Porto.

“Nel frattempo – spiega Sestri – abbiamo predisposto una perizia di variante, per via delle note difficoltà riscontrate negli scavi. Appena sarà approvata andremo avanti. E’ vero che la ditta aveva un anno di tempo per eseguire l’intervento, ma è altrettanto vero che se il lavoro viene sospeso per difficoltà oggettive ed imprevedibili il tempo si interrompe. In primavera dovremmo farcela a completare il tutto, anche se il condizionale è d’obbligo”.

Il progetto prevede la realizzazione di una vasca di raccolta in prossimità della banchina: attraverso delle nuove tubature accoglierà le acque piovane. Queste passerebbero a lato del pontino lungo di via Faliero che, per forza di cose andrebbe a restringersi di almeno un metro e mezzo. Si tratterebbe di un fastidio relativo, dato che il passaggio è interdetto ad automobili e motorini. Il cantiere avanzerà quindi dal Porto verso ovest, attraversando Via Calatafimi e Via Roma.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.804 volte, 1 oggi)