SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una Samb che parte bene, con tre occasioni per Tozzi Borsoi nel primo quarto d’ora. Eppure succede che il Vismara, al primo affondo, complice una triplice indecisione tra Zuccheri, Tartabini e Viti, passa in vantaggio con un gol di Zucchetti. La Curva non cessa di incitare, anche se non mancano fischi per una rete “disonorevole” presa tra l’altro con l’ultima in classifica.

Risponde subito Padovani, ma la palla vibra vicino al palo. E poco dopo c’è una rete annullata a Varriale, per fuogioco (non siamo la Juve, si sa) e un’altra incornata sfortunata di Tozzi Borsoi: sembra la classica partita stregata. Anche perché il Vismara (piccolo paesino in provincia di Pesaro, la cui squadra non ha neppure una pagina internet ma solo un profilo Facebook) inizia a fare tikitaka (con le dovute proporzioni) e i rossoblu sembrano imbambolati. Fin quando, finalmente, al 42′ Baldinini ha la fortuna mancata a Tozzi: incornata, gol e pareggio.

Sembra una formazione, quella rossoblu, che punta più sui valori individuali, in special modo il suo tridente che è di altra categoria (Tozzi Borsoi e Padovani avrebbero fatto comodo anche in Seconda Divisione) che sul gioco collettivo: così il centrocampo fa ancora poco filtro, Traini non è in forma e De Rosa ancora meno, e i tre reparti sembrano sconnessi. Però, quando la palla arriva a qualcuno dei tre davanti, per gli avversari sono dolori.

La ripresa si apre con la rete di Tozzi Borsoi, meritata. Così il Riviera a tratti si infiamma, se non come ai bei tempi, con la consapevolezza che potrebbero tornare. Borsoi prenderà anche un palo, e la Samb salirà di tono con l’ingresso di Galli. Ma, ancora a causa di un impappinamento difensivo (Gorini), Zonghetti riesce a pareggiare: due tiri due gol per i pesaresi, 15 tiri e due gol per la Samb.

Quando poi, all’80’, arriva l’espulsione di Gorini, sembra tutto perso. Tozzi Borsoi prende ancora un legno su punizione. Ci pensa poi Padovani, un “fuoriclasse” per la categoria, a raddrizzare tutto al 91‘, con un rasoterra dal limite su tacco di Traini. Una Samb dunque che vince la quarta partita consecutiva ma che ancora non riesce a convincere e a garantire quella sicurezza difensiva necessaria per vincere senza eccessivi patemi questo campionato. Tanto che al 93’, pur in una azione viziata da un evidente fallo di mano, il Vismara colpiva un palo su azione pericolosissima.

Sette gol presi in 4 partite sono troppi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.055 volte, 1 oggi)