Porto d’Ascoli-Potenza Picena 0-0

PORTO D’ASCOLI: Capriotti Capriotti D, Cafini, Mannocchi, Angelini, Grossetti, Oddi, Leopardi (85’ Belardinelli), Biancucci, Cacciatori (70’ Peliccioni), Di Lorenzo, Schiavi (55’ Capriotti A).

A disposizione: Piunti, Virgili, Cuomo, Cipolloni. Allenatore: Filippini.

POTENZA PICENA: Morlacco, Iacopini, Maruzzella, Sulce, Amaolo, Tortelli, Sbrollini (50’ Tomassini), Mercanti, Pepi (68’ Agostini), Crocieri, Rosati (75’ D’Agostini).

A disposizione: Vigliotta, Capasso, Camilletti, Tabarcea. Allenatore: Beruschi.

ARBITRO: Proietti di Fermo.

ASSISTENTI: Forconi di Ancona e Fabrizi di Macerata.

NOTE: espulso Iacopini al 65’ per doppia ammonizione.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tanto fiato e tanta corsa. Non sono bastati per sbloccare il match tra il Porto d’Ascoli e il Potenza Picena. L’equilibrio ha regnato sul rettangolo verde del Ciarrocchi regalando sprazzi di batticuore da ambo le parti.
I ragazzi di mister Filippini conquistano un punto ma ne perdono due per la classifica visti i passi falsi delle capoliste Montesangiusto sconfitto in quel di Porto Sant’Elpidio e Monticelli frenato dal Montottone.

Eppure la gara pareva cominciare sull’acceleratore: solo 43 secondi dal fischio d’inizio e i padroni di casa sfiorano il vantaggio. Cross di Schiavi dalla sinistra, raccoglie Cacciatori dall’altra parte che in diagonale fa partire un rasoterra di cui Di Lorenzo non azzecca il secondo per ribadire in rete.

Risponde il Potenza Picena al 3’ con una punizione: tocca Corcieri, batte Pepi e Capriotti D mette in angolo. Ancora gli ospiti con Iacopini, cross dal fondo, Crociera di testa non inquadra lo specchio della porta. Sul finire del primo tempo, la formazione di mister Beruschi ha una ghiotta opportunità: su un calcio piazzato decentrato sulla sinistra, Sbrollini manda a fil di palo.

Nella ripresa il Porto d’Ascoli scuote gli animi ma la frenesia di andare a segno è stata cattiva consigliera. Trascorrono appena 5 minuti e Angelini prova uno dei suoi tiri che viene respinto in angolo da Moralcco. Dalla bandierina Di Lorenzo calcia direttamente in portama ancora una volta Morlacco allontana. Al 53’ Cafini sbroglia su Tortelli. Capriotti D chiude all’incursione di Pepi.

Scocca la mezz’ora e Di Lorenzo cerca il coplo del ko ma Morlacco si difende in corner. Dalla bandierina è Angelini a svettare di testa, di poco alto. All’86’ è la cabeza di Biancucci a far scalare i guantoni di Morlacco, poi il rombo di Di Lorenzo che manca di un soffio lo specchio della porta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)