ACQUAVIVA PICENA – Un’opera fondamentale del pensiero agostiniano, scritta in ventidue volumi in un periodo storico critico (quello della decadenza dell’Impero Romano d’Occidente) per difendere il cristianesimo dalle accuse dei pagani e per trattare della salvezza dell’Uomo.

Si tratta della Città di Dio, punto di partenza del convegno Agostino: costruttore della Città di Dio nella Città dell’Uomo, in programma all’Auditorium della Bcc Picena Truentina, il 29 settembre dalle 17.30, nell’ambito dei festeggiamenti per i quattro secoli di presenza degli Agostiniani Scalzi ad Acquaviva Picena.

Padre Eugenio Cavallari, agostinologo, avrà quale punto di partenza della sua dissertazione quest’opera in cui il Vescovo d’Ippona non si limita ad un’analisi della contrapposizione tra la città di Dio e quella dell’Uomo, ma invita a sposare per la costruzione del bene della persona e del bene comune la tensione verso quella realtà che si intravede pallidamente, ma diventerà visione nella patria beata.

Nel Convento di San Lorenzo, per tutto il mese di settembre dalle ore 9 alle 12 e dalle 17 alle 20, si possono ancora ammirare 14 diorami, realizzati da P. Giuliano Del Medico, rappresentazioni tridimensionali in scala che ripropongono visivamente vicende storiche e scene di tipica vita conventuale agostiniana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 168 volte, 1 oggi)