SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto ha eliminato l’ulteriore agevolazione del 10% sulla Tares in favore dei single. “Già godono della riduzione del 25% varata dalla legge dello Stato”, informa l’assessore al Bilancio, Fabio Urbinati. Intatto invece il supporto alla fascia degli anziani soli.

L’incasso totale derivante dalla tassa sui rifiuti si aggirerà sui 10,5 milioni di euro. Tutti i cittadini saranno investiti dall’aumento di 30 centesimi per metro quadrato imposto dal Governo, con il bottino che finirà direttamente nelle casse statali.

La modifica del regolamento svantaggerà le famiglie “allargate”, in quanto si punterà sul numero dei componenti piuttosto che sull’esclusiva ampiezza degli appartamenti. Una sorta di quoziente familiare al contrario: “Tuteleremo i nuclei a partire dai cinque soggetti in su – prosegue Urbinati – più saranno i figli e più la quota di pagamento si abbasserà”

Sgravi anche per i portatori di handicap (sconto del 30%) e per le coppie di anziani con Irpef inferiore ai 16 mila euro annui.

Si ricorda infine che per gli appartamenti sfitti, non abitati tutti i dodici mesi, l’amministrazione comunale intende fissare a quota 4 persone il coefficiente abitativo standard. L’intero pacchetto sarà oggetto di votazione nel corso del Consiglio Comunale di lunedì 30 settembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 775 volte, 1 oggi)