GROTTAMMARE – Blow Up presenta “Beket”.
Prosegue la diciannovesima stagione di proposte culturali organizzata dall’Associazione  di Grottammare si intitola “La Grande Incertezza – Intelligenza e decadenza tra offese e voglia di ripartire”.
Martedì 24 settembre alle ore 21.15 presso la Sala Kursaal , ci sarà la proiezione del film “Beket” di Davide Manuli.
Ispirato a Aspettando Godot, la pellicola narra di Freak e Jajà che si trovano in una terra di nessuno, senza data né tempo, e intraprendono un viaggio in cui incontreranno una serie di stravaganti personaggi. Solo 13 giorni di set, bianco e nero e fotografia da manuale, un road movie a passo d’uomo tra mariachi, Adamo ed Eva e gli agenti 06 e 08 (Fabrizio Gifuni e Paolo Rossi), jolly che sovvertono il gioco già capovolto di un film orgogliosamente assurdo.

Manuli si ispira a un Beckett scorretto fin dal titolo, ma anche a Ciprì e Maresco, è figlio di molti, ma è sempre altro. Manuli non segue regole, solo la sua (po)etica, usa bravi attori, parole e immagini come tasselli di un puzzle sempre diverso. Trash, ironia, dissacrazione, politicamente scorretto, cinefilia.
L’ingresso è gratuito con la tessera F.I.C. 2013-2014 che al costo di soli 10 euro offrirà l’iscrizione all’Associazione Blow Up e l’accesso libero a tutte le iniziative (più di 30) della stagione fino ad aprile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)