GROTTAMMARE – Allo stadio Pirani di Grottammare si è disputata la terza giornata di campionato eccellenza che ha visto la compagine rossoblu impegnata contro il Pagliare. Di seguito riportiamo le dichiarazioni del Presidente Moneti, degli allenatori Padalino e Mosconi e del giocatore Galli oggi protagonista di una  rete siglata a pochi minuti dal termine della gara.

MONETI: “Abbiamo vinto. I tre punti sono stati guadagnati e va bene così. Sotto il profilo della prestazione un po’ meno ma ora è necessario godersi la vittoria. Voglio stravincere questo campionato perché in eccellenza non ci sto. In merito alla questione stadio vorrei soltanto dire che in questo momento, a parer mio, è vittima di una strumentalizzazione che lo pone al centro di inutili diatribe politiche. Esorto tutti a smetterla di cercare a tutti i costi il colpevole. Basta interrogazioni, basta denunce, basta con questo immobilismo che non ci porta da nessuna parte. Mettiamoci seduti con le istituzioni e troviamo una soluzione altrimenti tale situazione costerà molto cara. E’ arrivato il tempo in cui bisogna prediligere il fare all’essere”.

​PADALINO: ​”Abbiamo disputato una grossa partita contro una squadra che è in lizza per la vittoria finale. Dopo l’espulsione ai danni di Fedeli avremmo potuto approfittarne ma la Samb è rimasta alta e ha pressato. Sono comunque soddisfatto dei miei ragazzi che in questa gara hanno dato l’anima”.

​MOSCONI: ​”Abbiamo dimostrato di avere cuore. Il Pagliare ha condotto una buona gara. Quella di oggi non è stata la Samb del Riviera e questo perché si è trovata a doversi battere in un campo molto più piccolo. Giocare un pallone ogni 5 minuti è dura. Ad ogni modo non possiamo più permetterci di non dare il 100%. Questa partita deve servirci da lezione. Non dobbiamo essere appagati dopo due vittorie. Oggi è come se avessimo conquistato 6 punti perché per come si era messo il match era complicato sbloccare il risultato. In quanto a Fedeli l’unica cosa buona che ha fatto è stata quella di farsi espellere visto che la squadra di è svegliata dopo la sua uscita. Io tollero tutto tranne questi atteggiamenti perché all’avversario bisogna far male facendo gol e nient’altro. Voglio fare i complimenti ai tifosi, e non per ruffianeria, perché sono stati con noi fino alla fine. Tornando alla partita rifarei la stessa squadra sin dall’inizio. Non abbiamo preso gol ed è un fatto importante”.

GALLI:​ “Conoscevo il Pagliare e sapevo che non sarebbe stata una gara facile. E’ stato difficile scardinare la difesa avversaria. Loro ci aspettavano ed erano consapevoli del fatto che avrebbero potuto farci male su qualche ripartenza. Quello che importa però è averci creduto fino alla fine a aver portato a casa i 3 punti. Io sono un professionista e devo fare il meglio per me e per questa squadra. In questo momento avverto la fiducia che mister Mosconi mi sta dando. Doppia soddisfazione quindi, sia per aver siglato la rete della vittoria sia per aver ripagato il tecnico”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.939 volte, 1 oggi)