SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le previsioni negative sono state rispettate. L’incasso dei parcheggi a pagamento sul lungomare, nel periodo compreso tra il primo giugno e il 31 agosto, è stato di 566.283 euro. Quasi 30 mila in meno rispetto al 2012, quando l’Azienda Multiservizi e il Comune ricavarono 595.305.

Gli introiti giungono dai vari parcometri, dai permessi per residenti e proprietari di immobili e dai cosiddetti ‘grattini’.

Le motivazioni del calo, a detta della Multiservizi, “sono da ricercare in diversi fattori, innanzitutto nelle differenti condizioni atmosferiche tra le due stagioni. Quest’anno il mese di giugno non è stato favorevole mentre a luglio e ad agosto ci sono stati maggiori giorni di pioggia”.

Inoltre, si sarebbe registrato un aumento della vendita di permessi per residenti o proprietari di immobili nelle zone interessate, che evidentemente hanno trovato vantaggiosa tale formula: si è dunque passati da 1.389 permessi rilasciati dodici mesi fa ai 1.460 dell’ultima estate. Così come sono aumentati gli abbonamenti settimanali da 25 euro, passati dai 550 del 2012 ai 783 del 2013.

“Se hanno riscosso scarso successo i grattini con validità dal lunedì al venerdì, acquistabili per 18 euro, molto apprezzata è stata l’opportunità di acquistare ticket giornalieri al prezzo di 5 euro: ne sono stati venduti ben 9.656. Parallelamente, è diminuito l’acquisto sia dei grattini da 7,5 euro, validi dalle 9 a mezzanotte, sia di quelli da 3 euro validi 5 ore”.

Dal Municipio fanno infine notare la consistente diminuzione delle sanzioni per mancata esposizione del tagliando. Dalle 3.226 contravvenzioni del 2012 si è scesi fino a quota 1.251. Una diminuzione di circa il 60% “a testimonianza che quest’anno la consapevolezza degli automobilisti di trovarsi in aree con sosta a pagamento è risultata ben superiore a quella manifestata in passato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.039 volte, 1 oggi)