CUPRA MARITTIMA –L’assessore al Bilancio di Cupra Marittima Susanna Lucidi interviene sulle imposte che a breve i cittadini vedranno apparire nelle proprie caselle postali.

“Il comune di Cupra Marittima resta in attesa che la delicata situazione politica nazionale consenta la risoluzione di nodi fondamentali per i comuni italiani quali il futuro della seconda rata dell’IMU e il destino della cosiddetta Service Tax che dovrebbe vedere la luce nel 2014 e sostituire l’Imu e la Tares . Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2013 nella seduta del 28 giugno scorso mentre molti Comuni non hanno ancora approvato ad oggi questo documento fondamentale stante l’incertezza del quadro normativo in tema di finanza locale, avvalendosi di fatto dell’ulteriore proroga concessa dal Governo sino al 30 novembre. Il tempo delle risposte certe e definitive è giunto oramai, non sono ammesse ulteriori dilazioni ed incertezze come è stato anche ribadito al Ministro per gli affari Regionali Delrio che recentemente ha incontrato ad Ancona i sindaci e gli amministratori marchigiani”.

Prosegue e conclude la Lucidi: “Nell’attesa che la nebbia su tutte le questioni in sospeso si possa diradare quanto prima si ricorda ai contribuenti cuprensi che sono state inviate le due rate tarsu 2013 calcolate sulla base delle tariffe dello scorso anno, la seconda delle due rate scadrà il prossimo 30 settembre. Entro il mese di novembre verrà inoltrata ai contribuenti la rata di conguaglio, da pagare a metà dicembre, calcolata sulla base delle tariffe Tares 2013 che verranno approvate nei prossimi mesi insieme al nuovo regolamento istitutivo della tassa stessa che, come noto, coprirà la totalità dei costi sostenuti dal Comune per il servizio di smaltimento dei rifiuti oltre a prevedere una maggiorazione di € 0,30 a mq incassata direttamente dallo Stato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 401 volte, 1 oggi)