MARTINSICURO – E’ rottura tra Difendiamo il Territorio e l’amministrazione Camaioni. Prosegue il botta e risposta a distanza tra l’associazione e il delegato alla Sicurezza Sandro De Angelis. L’idillio, nato prima delle ultime amministrative e poi proseguito in campagna elettorale, è svanito a poco più di anno dall’insediamento della giunta, accusata di non aver fatto abbastanza in materia di sicurezza a Martinsicuro.

“L’associazione Difendiamo il Territorio – si legge in una nota – dopo aver lanciato una provocazione all’attuale amministrazione, per chiedere una maggior attenzione sul tema della sicurezza, riportando semplicemente quello che succede sul nostro territorio, si vede rispondere dal delegato alla Sicurezza con una violenza ed aggressione che ha lasciato allibito chiunque.

Siamo stati accusati di soffrire di protagonismo e di interessarci soltanto di problematiche soggettive, ma noi pensavamo che il problema della sicurezza fosse un interesse comune di tutti. Forse non è così? Se, per qualcuno è soltanto una problematica di pochi, noi continueremo ugualmente a farci valere per una maggior sicurezza nel nostro territorio. Ingenuamente pensavamo che le nostre critiche e segnalazioni potessero essere uno stimolo costruttivo per confrontarsi sull’operato, ma viste le reazioni ottenute lasceremo l’attuale amministrazione al suo lavoro ed alle sue esclusive verità. Noi comunque continueremo ad esserci, pronti a ricevere critiche, accuse e segnalazioni (sulla nostra pagina Facebook) per poter crescere e migliorare. La nostra speranza, comunque, rimane che tutto ciò non sia altro che un brutto equivoco”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)