SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche per l’anno scolastico 2013/2014, il Comune ha riattivato il servizio di assistenza scolastica per gli alunni con disabilità. Il servizio consiste nella presenza di un operatore in aula che collabora con l’insegnante di sostegno (servizio fornito dal Ministero) per garantire l’integrazione scolastica e l’attuazione del diritto allo studio dei ragazzi con disabilità.

Accogliendo tutte le richieste presentate delle scuole, sono state assegnate 23.976 ore complessive di assistenza scolastica, 2.844 ore in più rispetto allo scorso anno scolastico. Attualmente gli utenti del servizio sono sessantuno, sei in più rispetto allo scorso anno, con un’assegnazione media di 10,92 ore settimanali, e distribuiti in venticinque plessi scolastici (tre asili nido, sette scuole materne, sette elementari, tre scuole medie e cinque istituti superiori). La spesa annua complessiva sostenuta è pari a circa 370.000 euro cofinanziata per una piccola quota dalla Regione Marche.

“A fronte dei tagli alla didattica di sostegno – spiega l’assessore all’istruzione e ai servizi sociali Margherita Sorge – il Comune, rispondendo a tutte le richieste delle dirigenze scolastiche cittadine, riesce anche per questo anno scolastico ad erogare un servizio divenuto ormai indispensabile. Sempre in risposta alle necessità delle scuole – conclude Sorge – quest’anno abbiamo realizzato due aule dotate di attrezzature e strumenti didattici (tavoli, corrimano a muro, materassini) idonee per le esigenze degli studenti diversamente abili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)