DA ESPRESSO ROSSOBLU N. 1177

Stadio “Rivira delle Palme”, 15 settembre 2013

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’ultima gara non sarà facile ma il sogno è troppo grande per farlo svanire”, così titolai l’ultima partita in casa prima di Recanati. Il sogno arrivò ma poi svanì. Quasi una profezia. Che rabbia.

La gara odierna tra una squadra di Eccellenza ed una in grado di puntare alla vittoria in serie D è finita tra i brividi dei 1500 tifosi presenti tra abbonati e paganti. Ma non per motivi che possano far pensare ad una gara combattuta e finita con un risultato giusto. L’unico gol di scarto non raffigura l’andamento della gara che poteva finire con un punteggio tennistico.

È finita così per i tanti gol sbagliati, per l’episodio sfortunato dell’autorete, per un senso di superiorità reale che ha portato i rossoblu a giocare in punta di piedi ma anche a diventare insicuri quando gli ospiti hanno realizzato il 3 a 4. Non ultima però una fragilità difensiva generale dovuta da una certa inesperienza e probabilmente all’emozione del portierino Zuccheri che, con le troppe parate in due tempi, ha un po’ condizionato i suoi compagni di reparto. Ma si rifarà perché non bisogna dimenticare due suoi ottimi interventi che hanno impedito il gol agli avversari che stavano per esultare.

Niente di grave quindi anzi meglio così. Il rischio corso senza danni sarà fruttifero per le prossime gare durante le quali non si dovranno più commettere certe leggerezze. Il calcio è un gioco spietato che ti punisce sempre quando sottovaluti l’avversario. Non aver pagato pegno è un fatto che fan ben sperare.

Avversario: 6,5: Sa approfittare dei rossoblu che si rilasciano dopo il 4 a 1.

Arbitro: 6,5 : Gara facilissima

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 769 volte, 1 oggi)