MARTINSICURO – Tra “Difendiamo il Territorio” e l’amministrazione Comunale ormai è scontro. L’associazione, che è sempre stata accesa sostenitrice della lista civica e con la quale aveva avviato un tavolo di lavoro in materia di sicurezza, sembra ora fare dietrofront. “Visti gli scarsi risultati sulla sicurezza cittadina ottenuti dall’attuale amministrazione  – si legge in un comunicato – preso nota di risposte date ai cittadini a dir poco fuori luogo, e che non dovrebbero essere date da chi ricopre un ruolo istituzionale come quello dell’assessore e/o delegato, dopo aver dato un anno e mezzo di rodaggio fisiologico alla nuova amministrazione, alla quale abbiamo più volte proposto la nostra collaborazione, non ci resta che manifestare tutta la nostra delusione. Siamo molto delusi soprattutto nel dover constatare l’invariata, se non peggiorata, sensazione di sicurezza percepita da parte della cittadinanza.”

Parole dure dettate anche dai recenti episodi di microcriminalità che stanno colpendo il comune truentino. “Visti i continui casi di scippi in pieno giorno, overdosi, spaccio, contraffazione, prostituzione etc. e visti gli impalpabili risultati ottenuti da chi aveva messo come primo punto del suo programma elettorale la sicurezza – continua la nota –  da oggi intensificheremo autonomamente i rapporti con i cittadini e le autorità sovracomunali”.

“La nostra speranza – conclude l’associazione – è che questa provocazione risvegli le coscienze di chi, dopo le ennesime promesse non mantenute, inizi a far registrare fatti concreti. Anche se apparentemente soli, noi non abbandoneremo il territorio

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 690 volte, 1 oggi)