SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un emendamento utile solo a raggiungere il numero legale che, in caso contrario, mancherebbe. Lo pensa il Popolo della Libertà, che contesta l’atteggiamento adottato dall’amministrazione comunale a proposito dell’affidamento temporaneo dello stadio all’Asd Sambenedettese.

“Nella più rigorosa continuità e reiterata confusione prosegue l’iter sul Riviera delle Palme”, contesta l’opposizione. “Ora bisogna attendere il novantesimo per sapere cosa vuole fare questa amministrazione. Già nella riunione dei capigruppo di martedì avevamo espresso delle perplessità su questo atto, che approda in Consiglio dopo essere già stato licenziato dalla giunta. Un comportamento che a casa nostra si chiama ratifica”.

Il Popolo della Libertà ribadisce di voler garantire, “visti anche i precedenti”, la nuova società. “Vogliamo che la Samb giochi le gare interne al Riviera. Leggeremo con attenzione l’emendamento, ma visto che tutti vogliono che si faccia chiarezza sulla questione e ritenendo che la città la esige, chiediamo sin da ora che si convochi nel più breve tempo possibile un Consiglio Comunale aperto affinché si tratti di tutte le situazioni che potrebbero creare difficoltà all’ente ed alla società sportiva e che di fatto hanno già nuociuto ad una squadra che pur vincendo il suo campionato sul campo, si è ritrovata retrocessa. Serve trasparenza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)