MARTINSICURO – Il nuovo teatro in piazza si farà. Niente parcheggio dunque, ma una sala  polifunzionale come già previsto: sarà un’opera architettonica sicuramente più modesta di quella progettata dalla precedente amministrazione Di Salvatore, ma comunque in grado di assolvere al ruolo di centro culturale per Martinsicuro. L’assessore ai Lavori Pubblici Andrea D’Ambrosio smentisce categoricamente le voci di un prossimo parcheggio a sostituzione dell’attuale ex cinema Ambra in piazza Cavour, e indica il percorso che sta intraprendendo l’amministrazione Camaioni per la realizzazione di un nuovo teatro.

“Dati i tempi tecnici per la gara e l’affidamento dei lavori, oltre alle necessarie operazioni di bonifica dell’amianto sul tetto – ha affermato – si procederà con la demolizione probabilmente non prima della prossima primavera”.

Ma una volta abbattuto l’edificio, come si impiegherà la relativa area in attesa di una ricostruzione che potrebbe non essere immediata?

“Il problema non si pone – è la risposta dell’assessore – poiché entro la prossima primavera avremo già concluso il concorso di idee e si potrà pensare alla realizzazione della struttura”. D’Ambrosio spiega anche come il Comune reperirà i fondi necessari, per i quali indica diverse strade: “Innanzitutto i 450mila euro della Tercas non sono andati persi, ma potranno essere impiegati per il nuovo progetto”.

Idem per un nuovo mutuo con la cassa depositi e prestiti, che, a detta dell’assessore, anche se non erogherà più fondi all’attuale progetto, non esclude che possa però finanziarne uno successivo. “In alternativa – specifica – possiamo prendere in considerazione anche mutui presso altri istituti di credito. Non tralasciamo inoltre la possibilità di ottenere fondi sovracomunali”.

Dunque entro l’anno prossimo l’amministrazione Camaioni si dice fiduciosa nell’avviare i primi passi per la realizzazione di una nuova sala polifunzionale. D’Ambrosio non si pronuncia invece sui requisiti che saranno alla base del prossimo concorso di idee: “Per ora posso solo dire che dovrà essere una struttura meno impattante di quella prevista dalla precedente amministrazione. Sicuramente non sarà realizzato un edificio di tre piani”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 889 volte, 1 oggi)