GROTTAMMARE – “Ennesima novità dell’estate 2013, soprattutto al Paese Alto che grazie a questa iniziativa, completa il quadro e diviene sempre più motore della città”, esordisce così l’assessore Lorenzo Rossi nel presentare Juttènnizie (Ghiottonerie del Borgo). L’evento si terrà il 1°,  l’8 e il 15 settembre per le vie del Vecchio Incasato.

Nato da un’idea di Flavio Travaglini e Massimo D’Ercole della Salsamenteria Sangiovanni, subito raccolta e resa possibile grazie all’impegno dell’associazione Paese Alto Grottammare e dalla collaborazione degli operatori del luogo

“Una tipologia di evento che mancava- continua Rossi – che rappresenta l’unione tra la bellezza dei posti e la bontà dei nostri prodotti enogastronomici. Sono gli operatori del luogo che propongono i propri prodotti e tra loro c’è una bella collaborazione”.

“Il programma sarà fitto- commenta Michela Galieni, un’organizzatrice- Protagonista il borgo, per la qualità dell’accoglienza e della enogastronomia. Una cena itinerante che trasmette l’idea di passeggiata in tranquillità”.
Per questo non ci saranno più di mille entrate a volta e lo sottolinea Peppe Rivosecchi, ribadendo anche il grande amore che gli operatori nutrono per il Paese Alto.

Percorso: Si partirà  da “Ristorante Pizzeria Papa Sisto” con il fritto misto annaffiato dal falerio bio della cantina “Terra Fageto”. Più avanti, in piazzetta San Giovanni presso la “Salsamenteria San Giovanni” si troveranno le norcinerie del Salumificio Mezzaluna e la passerina della cantina “Poderi Capecci San Savino”, mentre in Piazza Peretti sarà la volta dei formaggi proposti da “Monfleurie Bar a vino” ed il cerasuolo della cantina “Villa Medoro”. Presso l’ “Osteria dell’Arancio” è la volta dei maccheroncini di Campofilone accompagnati dal rosa rosae della cantina “Terra dei Beati”. Si scende presso il “Ristorante Borgo Antico” dove si trovano gli spiedini di pollo fritti all’anice verde di Castignano accompagnati dal rosso piceno superiore della cantina “Velenosi”. Proseguendo per via S. Lucia si arriva alla “Vineria M481” ed all’arrosto di maiale con verdure al forno in connubio con il rosso piceno bio rosso bello della cantina “Le Caniette”. Il tour si conclude presso “Frangipane Casual Restaurant” con i dolci al cucchiaino ed il dulcesco art line della cantina “Tenute del Borgo”. Per coloro che hanno ancora voglia di ghiottonerie, sarà servito il caffè in collaborazione con l’ ”Unico Caffè del Benessere”. Il coupon che comprende le sette tappe, il vino e il calice degustazione, costerà 22 euro.

Per partecipare a Jutténizie – Ghiottonerie nel Borgo basta recarsi i giorni 01- 08-15 settembre dalle ore 18 nel Ghiotto point in Via Palmaroli e nei giorni antecedenti l’evento ci si può rivolgere alla “Vineria M481” per la prevendita.

Ogni serata sarà allietata da eventi: la Milonga Clandestina del 1° settembre in cui i protagonisti saranno tutti coloro che si troveranno al Paese Alto; una jam session di intrattenimento itinerante per l’8; The Shouts, unica Beatles band di San Benedeto, il 15 settembre.
Mostra fissa dell’arista grottammarese, Tiziana Pacchioli.

Informazioni di servizio: Se si raggiunge il Paese Alto in macchina, oltre al parcheggio sotto Papa Sisto, quello sotto le mura in Via dei Pini arrivando direttamente dalla statale. Oppure si può utilizzare il Trenino dell’arte che con 1,50 euro garantirà andata e ritorno dal lungomare.

Il Comune ha contributo all’evento con 400 euro per le iniziative musicali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.156 volte, 1 oggi)