SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’amarezza è alle stelle, la rabbia altrettanto. La mancata iscrizione al campionato di Seconda Divisione, con conseguente doppia retrocessione in Eccellenza, non è stata ancora digerita da presunti tifosi rossoblu, che sfogano la frustrazione nei modi più disparati e, a volte, decisamente condannabili.

Dopo il tentativo d’incendio dell’auto dell’ex presidente della società, Roberto Pignotti, si registrano altri gesti di protesta, stavolta a danno della città. Al molo sud è stata infatti imbrattata una delle opere contenute all’interno del Museo d’Arte sul Mare. Nel mirino dei writers l’ex direttore sportivo Giulio Spadoni, mentre qualche metro più avanti su un altro blocco di cemento gli insulti hanno riguardato nuovamente la passata dirigenza.

Ad oggi, il Mam include 140 opere artistiche, delle quali 130 sculture e 10 murali.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.331 volte, 1 oggi)