GROTTAMMARE – Durante questa estate hanno messo a segno diversi colpi negli chalet, ma nella nottata tra il 21 e 22 agosto gli è andata male.
Stavano tentando il furto allo Chalet Colibrì intorno alle 3 del mattino, forse avevano puntato casse di acqua e di birra, quando è scattato l’allarme, grazie al quale è arrivata sul posto una Guardia Giurata.
Sono fuggiti in 3 o 4, e uno di loro è stato quasi preso dal vigilante. Del fatto sono stati subito avvisati i Carabinieri che sono giunti sul posto per i rilievi.
Verso le 7 del mattino dopo, il titolare dello stabilimento si è accorto di uno annerimento della serranda sul retro, forse un atto intimidatorio di uno dei ladri che ha temuto di essere stato riconosciuto e che ha lasciato per questo un messaggio abbastanza eloquente.
Sta di fatto che l’ulteriore intervento dei Carabinieri, stavolta affiancati dal nucleo operativo Grottammare, ha permesso l’identificazione di un pregiudicato grottammarese di 23 anni.

Una volta perquisita la casa hanno trovato liquido incendiario. É scattata la denuncia a piede libero per furto aggravato, fabbricazione, porto e uso di materiale esplodente. I militari dell’arma sono sulle tracce degli altri componenti della banda.

Sempre nella serata del 21 agosto è stato rilevato un furto allo Chalet Ragno Verde: per qualche euro è stata danneggiata la macchinetta cambia monete.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.271 volte, 1 oggi)