TORTORETO – “I cani avvelenati tra sabato e domenica sono 6, e la gente ora ha paura”. In merito ai bocconi avvelenati a Tortoreto ci scrive il padrone di uno dei cani uccisi,  Silvio Falconi, che fa alcune precisazioni sulla vicenda.

“Sono il proprietario del volpino morto per avvelenamento (il  volpino in realtà era una femmina) e purtroppo era di piccola taglia, ho fatto denuncia ai carabinieri e sono di Teramo. I cani al momento morti sono 6,  tra sabato e domenica. L’unico che è stato salvato di cui si conosce l’entità è un cane di grande taglia, curato dalla dottoressa Tamara di Tortoreto Lido, ed è uscito solo oggi dal pericolo.

I bocconi erano salsicce con fertilizzanti di tipo anti lumache e mix di altri veleni usati per lo più chi ha un orto con ortaggi.

Ci sono dei sospettati (n. 4)  abitanti delle vie Aldo Moro – Raffaele Paolucci – via Giannetti  –  di cui uno che è stato da molti indicato come l’ipotetico colpevole, ma per la legge italiana non è accusabile, se non in flagranza di reato.

I giardini di via Aldo Moro sono stati chiusi con nastri, dovevano essere ripuliti ma al momento non sono venuti a bonificare.

La gente ha paura, anche perchè è situato lì vicino un asilo. Io ho paura di far uscire l’altro cane che mi è rimasto.

Ci hanno  rovinato le vacanze estive, io non dormo più, la mia cagnetta era una sorella per me e spero che adesso correrà nei prati verdi del paradiso”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.435 volte, 1 oggi)