GROTTAMMARE  – Con l’arrivo dell’estate, aumenta il conferimento dell’immondizia per la presenza dei turisti. Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Andrea Crimella, sottolinea l’imperfettibilità del servizio porta a porta spinto, così come è stato concepito.

“Ancora una volta siamo portavoce di cittadini e turisti- commenta Crimella- persone che come noi non tollerano più uno stato di quotidiano degrado lungo tratti del nostro lungomare, abbruttito, depauperato di molta della sua bellezza grazie alla mala gestione del ritiro dell’immondizia. E dire che per primi ci siamo battuti contro questa tipologia di raccolta, che maggiori problemi avrebbe creato nel periodo estivo, nei mesi in cui si apre la vetrina più bella. Profeti senza particolari meriti se non quello di essere davvero cittadini e interessati al nostro paesaggio, alla nostra salute”.

Il consigliere parla di cumuli di immondizia, non ritirati nei tempi previsti, fotografati da lui intorno alle 11.15 del mattino: “Una signora mi ha raccontato che passeggiando sul marciapiede di via Ballestra (dopo il pontino, verso mare) con il passeggino, è spesso costretta a scendere per l’immondizia che ostruisce il passaggio”.

Ma il portavoce del Movimento, raggiunto da noi al telefono, ci ha dichiarato che la sua più che una critica vuole essere un suggerimento per il Comune, visto che il servizio che la società Picenambiente è pagato dai cittadini, a suo avviso andrebbe monitorato dall’amministrazione.

“Invitiamo il Comune di Grottammare e tutti gli altri comuni che adottano questa stessa tipologia a prendere spunto dalle amministrazioni che davvero erogano servizi a regola d’arte”, commenta ancora Crimella, a quale abbiamo posto delle domande.

Che consigli avrebbe per migliorare il servizio?
“Magari personalizzare i cestini per il conferimento dell’umido con un codice riconducibile ad una persona. Si potrebbe, in questa maniera, responsabilizzare il cittadino”.

Le risulta che sia applicato questo metodo da qualche parte?
“So che ci sono Comuni in Abruzzo che utilizzano questo stratagemma. All’interno del Movimento abbiamo costituito un gruppo di tre persone che sta raccogliendo maggiori informazioni”.

Ma nel frattempo cosa propone per una risoluzione immediata, visto che siamo in piena estate?
“Il ritorno momentaneo dei bidoni per i rifiuti riciclabili. Per agevolare i turisti. A proposito di bidoni, quelli rimasti dovrebbero essere lavati ogni tanto. Emanano cattivo odore”.

I 5 Stelle puntano sul rifiuto come fonte di ricchezza. In che senso?
“Penso ad un Comune del Trentino che ha raccolto dei fondi europei per creare un centro di smistamento, che guadagna dalla vendita di rifiuti. Presto forniremo tutti i dettagli anche su questo”.

Altra anticipazione?
“Consiglio la visione di questi due video 1 e 2“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 507 volte, 1 oggi)