SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si riparte. Dopo una primavera di sogni e un’estate di cocenti delusioni, i rossoblu ricominciano dell’Eccellenza. Un passo avanti, due indietro: la delusione – la rabbia – è tanta, ma con l’arrivo di Moneti si sta iniziando ad intravedere la luce in fondo al tunnel.

L‘imprenditore laziale Gianni Moneti ha già costituito l’ A.S.D. Sambenedettese Calcio e il 7 agosto il segretario Marchionni andrà a Roma per ultimare le pratiche dell’iscrizione al campionato di Eccellenza Marche.

Il nuovo direttore sportivo è Alvaro Arcipreti, mentre il direttore generale sarà Giovanni Piccoli. Massimiliano Fanesi, ex giocatore rossoblu, dovrebbe avere un ruolo dirigenziale nell’organigramma societario. Andrea Mosconi sarà il nuovo allenatore. Il tecnico, lo scorso anno al Nocera Umbra, ha iniziato nelle giovanili del Foligno per arrivare in serie A come secondo di Bisoli a Cagliari, nel 2010. Lo scorso anno ha sfiorato la promozione col Nocera, prima che le difficoltà economiche della società non indebolissero la squadra.

I primi due acquisti della nuova Samb sono Nicholas Abedoy Ibojo, difensore classe ’85 (ex Viterbese), e di Ettore Padovani, ala offensiva classe ’89, già nel Perugia di Moneti nella stagione 2011/12 (lo scorso anno al San Nicolò). Per quanto riguarda il settore giovanile, il responsabile sarà Ottavio Palladini, che dopo quattro anni da allenatore (con due campionati vinti) passa alla carriera dirigenziale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 6.602 volte, 1 oggi)