SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prove di gemellaggio con Ekaterinburg. Il sindaco Gaspari partirà mercoledì per la volta della Russia, accompagnato dal direttore dell’Ufficio Turismo, Mauro Alfonsi. L’invito è giunto direttamente dall’ente ospitante, dopo che lo scorso mese di maggio dei tour operator del posto erano approdati in Riviera in occasione dell’iniziativa “Educational Tour Dreamarche”.

Il rientro è previsto già per venerdì e il Comune di San Benedetto sarà chiamato a coprire solo le spese di viaggio.

Ekaterinburg vanta una popolazione di 1,3 milioni di abitanti. La città produce macchinari pesanti, acciaio, sostanze chimiche, pneumatici e petrolio. Tra le industrie leggere è ben sviluppata quella del taglio delle gemme.

Distante 1600 chilometri da Mosca, Ekaterinburg è situata in prossimità degli Urali, al confine tra il continente europeo e quello asiatico. Il paese è attraversato dal fiume Iset ed è circondato dalla foresta e da piccoli laghi.

Importante snodo ferroviario, con linee che partono in direzione degli Urali e del resto della Russia, vanta come monumento-simbolo un obelisco circolare con due frecce una ad ovest ed un’altra ad est. Questo segnala appunto la divisione tra i due continenti.

Per l’amministrazione comunale si tratta dell’ennesima occasione promozionale generata dalla Task Force Italo-Russa andata in scena l’anno passato al Palariviera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.244 volte, 1 oggi)