SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si infrange contro la bestia nera Terracina il sogno della Sambenedettese beach soccer di conquistare lo scudetto 2013. Nonostante il favore del numerosissimo pubblico di casa (ma era presente anche un drappello di tifosi ospiti) i rossoblu di mister Di Lorenzo si sono dovuti arrendere per 5 a 2 ai campioni d’Italia uscenti, meglio attrezzati e più cinici nei momenti decisivi della gara.

Il terzo e ultimo tempo è stato basilare per la vittoria dei laziali che, piazzando un parziale di 3/0, ha abbattuto le speranze dei sambenedettesi, che nelle precedenti due frazioni se l’erano giocata alla pari contro il temutissimo Borer e compagni colpendo per ben tre volte i legni della porta biancazzurra.

“Gara decisa da episodi e dalla maggiore abitudine dei laziali alle sfide di questo livello – ha detto il tecnico dei rivieraschi – noi siamo stati un po’ troppo tesi nei momenti chiave del match. Cercheremo di rifarci contro il Viareggio, ci teniamo ad arrivare terzi anche per ringraziare il nostro meraviglioso pubblico che ci ha sostenuto in modo impagabile”. Le reti dei rossoblu sono state messe a segno da Lucio e Palma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)