TERAMO – Sottoscritti questa mattina in Provincia, al tavolo delle relazioni industriali, i verbali di accordo relativi all’avvio del procedimento di licenziamento con relativa mobilità dei dipendenti di quattro società del gruppo Atr: l’Atr srl, la Aerospace,  la Tools, la Composites.

L’accordo riguarda quella parte di lavoratori non riassorbiti dalla NewCo di Massi e Proietti; in totale 389 dipendenti (13 dell’Atr srl, 317 della Composites, 26 della Tools e 33 dell’Aerospace) ai quali dal 22 agosto scade la cassa integrazione guadagni che non potrà essere rinnovata.

A sottoscrivere l’accordo con i sindacati – erano presenti Antonio Liberatori, Giampiero Dozzi, Roberto Palazzese, rispettivamente in rappresentanza delle Segreterie Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uil-Uilm Provinciali di Teramo – sono stati i rispettivi curatori fallimentari i quali, si legge, nel verbale di accordo, hanno sottolineato che “dopo aver utilizzato tutti gli ammortizzatori sociali previsti dalla legge a difesa delle realtà produttive interessate da procedure concorsuali, si rende necessario il licenziamento collettivo di tutto il personale dipendente”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.594 volte, 1 oggi)