SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La seconda serata del Maremoto Festival, kermesse di musica alternativa organizzata dalla cooperativa O.per.O. con il patrocinio e il contributo dell’amministrazione Comunale, ospiterà Massimo Zamboni, chitarrista co-fondatore dei CCCP poi CSI, e Angela Baraldi, cantante e attrice, insieme alla loro band che ha dato continuità ad uno dei progetti musicali più importanti della musica indipendente italiana.

Venerdì 26 luglio, sul palco dell’area ex galoppatoio, andrà in scena un concerto denso e forte dove i nuovi brani del tour “Un’infinita compressione precede lo scoppio”, si uniranno a quelli dello storico repertorio dei CCCP – CSI riproposto nella sua forma originale – il punk rock – dando vita ad uno spettacolo trascinante, vitale ed emotivo. Oltre a Massimo e Angela, sul palco saliranno i musicisti Erik Montanari alle chitarre, Cristiano Roversi al basso e Simone Filippi alla batteria. Sarà una occasione unica per i vecchi e nuovi fans dei CCCP di riascoltare e ballare canzoni che sono delle vere e proprie pietre miliari della musica alternativa italiana come “Io sto bene”, “Mi Ami?” e “Spara Jurij”.

Ad aprire la serata, due gruppi rock a forte componente femminile: i Wide Hips 69, gruppo teramano nato nel 2011 che suona musica garage – punk e ha all’attivo un cd autoprodotto “Live Fat, Die Drunk” e i pescaresi Coconuts Killer band, gruppo nato nel 2010 con l’idea di suonare il vero rock’n’roll, vincitori del “Premio Maremoto” al concorso Sotterranea Rock 2013. I concerti avranno inizio alle 22 e saranno seguiti dal dj set rock-garage-beat di Luca Cameli.

Dalle 20 alle 22 si terrà la presentazione di “Così nuda così violenta” del sambenedettese Alessandro Tordini (alias Turba), vera e propria enciclopedia cinematografica degli anni Sessanta e Settanta che colma le tante lacune documentali attraverso le recensioni di più di 200 colonne sonore raccolte nelle schede di oltre 75 compositori e le trame dei rispettivi film, con commenti e curiosità, bibliografie, filmografie, discografie, solisti ed esecutori, ma soprattutto le conversazioni con compositori, registi e sceneggiatori, proponendosi come un viaggio dentro immagini, musiche e personaggi che hanno reso tanto “cult” quell’irripetibile ventennio. A partire dalle 22 e per tutta la serata un altro sambendettese, Stefano Corona, proporrà le sue “ossessive visioni”.

La serata è ad ingresso gratuito. Sarà possibile visitare la mostra monografica di Francesco Cattani (disegnatore del manifesto del Maremoto 2013), le esposizioni di maicol&mirco, il mercatino dell’artigianato e cenare presso gli stand enogastronomici e il bar (aperti dalle 19).

Inoltre durante le serate sarà possibile partecipare alla seconda edizione di “Instamaremoto” challenge su Instagram “Per occhi e per orecchie” pensato in collaborazione con gli Instagramers Piceni. Partecipare al challenge per vincere i premi (t-shirt e spille del MM13 e cd autografati dei gruppi), è facile, basta scattare una foto e taggarla con gli hashtag #maremoto2013, #sbt, #igersitalia, #igerspiceni.

Per informazioni tel. 333.5099339, www.maremotofestival.it, www.facebook.com/MaremotoFestival, www.twitter.com/MaremotoFest, www.youtube.com/MaremotoFestival.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 608 volte, 1 oggi)