SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Insufficienti le misure fin qui adottate”. I residenti di Via Mentana lo hanno gridato a gran voce all’amministrazione comunale, nel corso dell’incontro con la giunta di mercoledì sera.

Sono riemersi i toni accalorati dei cittadini esasperati da schiamazzi, provocazioni e atti di vandalismo. “Dobbiamo provare a riappropriarci degli spazi pubblici – ha proposto il sindaco Gaspari agli intervenuti– mobilitatevi per organizzare feste e iniziative pubbliche a cui sicuramente il sostegno del Comune non mancherà”. L’assessore Urbinati ha pure ipotizzato l’organizzazione in quelle vie di mercatini settimanali.

Per quel che riguarda invece il quartiere San Filippo Neri, al centro del dibattito è tornata Via Marsala. Una strada da ridisegnare sul versante della circolazione, tuttavia qualsiasi tipo di intervento che preveda l’istituzione di sensi unici annessa alla realizzazione di una pista ciclabile trova la ferma opposizione dei commercianti del posto. A loro avviso il percorso non va toccato: il doppio senso è sacro, semmai si potrebbero adottare degli accorgimenti per la messa in sicurezza,  come dossi, controlli della Polizia Municipale e riduzione dell’ampiezza dei marciapiedi per rientrare nelle larghezze di carreggiata previste dal codice della strada. La decisione definitiva verrà presa a settembre.

Entrambi i quartieri hanno infine lamentato lo scarso senso civico di alcuni cittadini che lasciano ciclicamente rifiuti in strada senza rispettare giorni e orari di conferimento. “Partiranno controlli mirati di Polizia Municipale e Guardie Ecologiche Volontarie nei punti dove si registrano maggiori violazioni”, ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Paolo Canducci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.321 volte, 1 oggi)