PESCARA – Esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio nel pescarese. L’incidente è avvenuto questa mattina verso le 10,30 in un’azienda che produce fuochi pirotecnici a Picciano. Un forte boato è stato avvertito fino a diversi chilometri di distanza. Al momento sul posto stanno lavorando numerose squadre di vigili del fuoco provenienti da tutti il pescarese. Un vasto incendio si sarebbe sviluppato anche nelle zone circostanti alla fabbrica. La protezione civile sta coordinando le operazioni di soccorso. Sul posto anche ambulanze del 118. Si parla di diversi feriti, 6 sarebbero i dispersi.

AGGIORNAMENTO DELLE 13.32: Un morto è stato stato estratto dalle macerie della fabbrica di fuochi di artificio saltata in aria a Villa Cipressi di Città Sant’Angelo. La persona morta, ed i rimanenti sei dispersi (ma il bilancio potrebbe non essere definitivo) secondo quanto si e’ appreso apparterrebbero allo stesso nucleo familiare: fratelli e nipoti ‘Di Giacomo’ proprietari della fabbrica esplosa. Nulla si sa dei tre feriti gravi comunicati dalla Questura. Intorno alla zona transennata vi sono numerosi parenti disperati, in attesa di sapere l’identità del morto e qualcosa in più dei dispersi.

Mezza collina rasa al suolo, pezzi di cemento, mattoni, tegole sparse nel raggio di almeno un chilometro, campi, sterpaglie e perfino olivi in fiamme. È lo spettacolo tremendo che accoglie il cronista. I Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro per spegnere le fiamme. (fonte Ansa)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 765 volte, 1 oggi)