GROTTAMMARE – Questa volta a puntare il dito contro la nuova Amministrazione Piergallini è il capogruppo consigliare Pdl Lorenzo Vesperini che pone l’accento sulla situazione degradante di alcuni punti precisi della cittadina.

“Ancora oggi riversano in pessimo stato e, nonostante l’affluenza turistica, sono evidenti a tutti le condizioni di abbandono e l’incapacità da parte dell’Amministrazione nel risolvere le criticità presenti sul territorio” dice Vesperini.

La zona sotto accusa, in evidente stato di abbandono (vedi foto), a detta del capogruppo di minoranza, è l’area sud della città e in particolare da sottolineare sono: i disservizi del trasporto pubblico, la mancata pulizia nelle zone rivolte al conferimento della differenziata e la spiaggia per cani che a oggi è ancora priva di ogni servizio.

“Dopo la segnalazione e l’esposto sollevato in merito al tratto di lungomare sud-, prosegue il capogruppo di minoranza- le aree adibite ai cani e la zona camper (dietro il centro commerciale Orologio ndr), ancora oggi riversano in pessimo stato e, nonostante l’affluenza turistica, sono evidenti a tutti le condizioni di abbandono e l’incapacità da parte dell’Amministrazione nel risolvere le criticità presenti sul territorio”.

Un forte disagio sia per i cittadini che per i turisti quello che si vive oggi a Grottammare a detta di Vesperini, che fa notare anche la cattiva programmazione della manutenzione che ha causato sporco ingente sulle spiagge libere, una mancata cura del verde, la potatura delle piante, fossi che riversano nel mare con acque ristagnanti e maleodoranti, sacchetti di sporcizia sul percorso lungomare ciclabile, bottiglie di plastica, discariche a cielo aperto (Centro commerciale Orologio ndr), piante che sbucano dal marciapiede procurando disagio ai pedoni.

Vesperini conclude: “Riversare tutte le colpe per la mancanza di fondi a copertura dei servizi, oppure per la mancanza di operai, penso sia paradossale anche perché con una buona gestione delle risorse economiche e umane, e un’attenta analisi del territorio, si potrebbero ottimizzare le richieste della collettività. Se si vuole far turismo, oppure vivere di esso, tutti sanno che il miglior biglietto da visita che un Comune deve avere è la pulizia, l’efficienza e degli ottimi servizi. Senza questi tre assi, fondamentali, sono inutili le campagne pubblicitarie o le manifestazioni culturali che cercano di colmare quel deficit,  che è il rispetto e l’ospitalità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 722 volte, 1 oggi)