COLONNELLA – Due minorenni a spasso per Colonnella su uno scooter rubato. Sono stati fermati dopo un breve inseguimento due ragazzini extracomunitari a bordo di un motorino mentre percorrevano la sp 259. I due erano stati notati da una pattuglia della polizia stradale di Teramo poiché il passeggero viaggiava senza casco. All’alt degli agenti, prima hanno rallentato, poi ripreso velocità cercando di dileguarsi. Subito inseguiti, i ragazzini hanno cercato più volte di speronare con il proprio ciclomotore la moto dei poliziotti, tirando loro anche dei calci. Raggiunti e bloccati dai poliziotti, i due hanno lasciato cadere a terra il mezzo, cercando di scappare. Uno è stato subito fermato, mentre l’altro, scappato nelle campagne circostanti, è stato poco dopo rintracciato da una gazzella dei carabinieri.

Dai controlli effettuati, è emerso che il mezzo era stato rubato a Giulianova lo scorso 16 luglio. A bordo, custoditi sotto la sella, venivano rinvenuti un coltello a serramanico con lama lunga 6,5 cm, una tenaglia, un cacciavite e una china, presumibilmente usata per forzare la serratura dei ciclomotori. Sono in corso indagini per verificare responsabilità in occasione di altri furti di ciclomotori avvenuti in Val Vibrata e fascia costiera nord. Il conducente e il passeggero, due minori marocchini, entrambi residenti nella provincia e regolari, su disposizione del Tribunale dei Minori di l’Aquila, sono stati affidati ai rispettivi genitori e denunciati in stato di libertà per ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi e di oggetti atti ad offendere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 319 volte, 1 oggi)