SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ di nuovo tensione tra il sindaco Gaspari e il direttore dell’Area Vasta 5, Giovanni Stroppa. Gelo causato dal black-out di quasi un’ora che ha colpito l’ospedale Madonna del Soccorso mercoledì pomeriggio. “Gli ho scritto una lettera, ma la sua risposta non mi ha affatto soddisfatto. E’ accaduto un fatto grave, vanno capiti i motivi che l’hanno generato. Il presidio deve avvenire 24 ore su 24, non accada mai più”.

L’argomento tornerà sicuramente a galla martedì 23, quando in Comune si terrà un incontro per discutere del progetto delle Reti Cliniche con i vertici dell’azienda sanitaria, i capi dipartimento, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle associazioni. Il 26 sarà invece la volta di un faccia a faccia tra tutti i sindaci dell’Area Vasta.

“Stavolta è andata bene – aggiunge Gaspari – però non possiamo pensare di aggrapparci alle divinità. Potevano essere in atto situazioni delicate, operazioni in corso. Chi si reca all’ospedale deve essere garantito, deve sapere di trovarsi in un luogo sicuro ed efficiente. Abbiamo speso 1,5 milioni in interventi per la sicurezza. I gruppi elettrogeni d’emergenza devono funzionare e sopperire ai cali di tensione, ne va della nostra credibilità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 716 volte, 1 oggi)