MARTINSICURO – Apre i battenti martedì 23 luglio la Sagra delle Sagre che si terrà fino al 28 in piazza Kolbe a Villa Rosa. C’è molta aspettativa per l’evento trasferito da Alba Adriatica a Martinsicuro e che è stato per questo al centro di numerose polemiche nelle due cittadine.

“Siamo certi che l’evento sarà un’ottima occasione per promuovere il territorio a livello turistico ed enogastronomico, e che sarà di stimolo e da traino a tutte le attività locali” ha esordito il sindaco Paolo Camaioni nella conferenza stampa di presentazione.

Il primo cittadino ha ribadito la necessità di collaborazione tra le realtà diverse del territorio, per andare oltre  i rispettivi confini amministrativi ed organizzare eventi di ampio richiamo.

“Siamo stati accusati di aver ospitato un evento che va contro gli operatori turistici locali, ma non è così – ha aggiunto l’assessore al Turismo Massimo Corsi – Si tratta di una manifestazione di grande portata che andrà invece anche a beneficio degli operatori locali. I ristoratori infatti presentano un’offerta diversa rispetto a quella delle sagre, e dunque potranno trarre vantaggio dall’alto numero di presenze in piazza Kolbe”.

Sette le Pro Loco che partecipano alla Sagra delle Sagre con un proprio piatto tipico locale, poi riproposto nelle successive sagre che si svolgeranno nei rispettivi Comuni: Alba Adriatica (pesce), Ancarano (rigatoni all’ancaranese, coniglio), Campli (porchetta), Civitella del Tronto (ceppe, franceschiell), Corropoli (formaggio fritto, frittelle) Sant’Egidio alla Vibrata (gnocchi), Torano Nuovo (salsicce, arrosticini). A questi si è aggiunto pochi giorni fa anche Martinsicuro: la Pro Loco parteciperà con uno stand del pesce azzurro.

“La Sagra delle Sagre era un evento ormai consolidato ad Alba Adriatica, diventato negli anni una tradizione – ha affermato il presidente della Pro Loco di Alba Adriatica Renato Pantoli –  e di certo doverla spostare non ci ha fatto piacere. Ma attraverso la collaborazione è stato possibile superare questa difficoltà. Ringrazio l’amministrazione di Martinsicuro che ha voluto accettare questa sfida e le Pro Loco che hanno creduto nella manifestazione, sobbarcandosi il rischio dello spostamento in un’altra location”. Alla conferenza stampa presenti anche i presidenti delle Pro Loco di Campli, Corropoli, Civitella del Tronto, Torano Nuovo e Sant’Egidio alla Vibrata. “Non si tratta di una semplice sagra enogastronomica – ha concluso Pantoli – ma si va oltre, in quanto l’evento coinvolge l’intero territorio della Val Vibrata. Posso assicurare che negli anni passati la manifestazione ha accolto migliaia di persone e i ristoratori e commercianti di Alba Adriatica hanno lavorato tantissimo in concomitanza dell’evento”. Oltre alla presenza di stand, ogni sera ad animare la piazza si alterneranno sul palco gruppi musicali e scuole di ballo.  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 825 volte, 1 oggi)