SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il fermo biologico? E’ una scelta del Ministero delle Politiche Agricole”. L’assessore regionale alla Pesca, Sara Giannini, commenta così la notizia dello stop per le imbarcazioni marchigiane dal prossimo 5 agosto fino al 15 settembre.

Uno stop di 42 giorni che sta generando, sin da ora, prevedibili polemiche: “C’è bisogno di un’assunzione di responsabilità – dice la Giannini – le Marche vorrebbero la diversificazione della normative, in merito a specie e territori. Andrebbe attuato uno studio scientifico serio per definire una volta per tutti modi e tempi opportuni”.

L’assessore ricorda inoltre che “da due anni è Palazzo Raffaello a restituire al Ministero i fondi, che poi vengono a loro voltà girati alle marinerie”. Soldi Fep, che ammontano ad un totale di 1,6 milioni e che stanno per giungere al termine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)