Fallimento Samb? Mi sento fortemente umiliato e deluso per quanto è accaduto ieri sera. Stavolta lo ‘straccio’ sono io. Mi sento addosso infatti la colpa di aver illuso migliaia di persone con una notizia poi rivelatasi ‘incompleta’ ma che a me avevano dato in maniera definitiva da fonte istituzionale seppur indirettamente. Come facevo altrimenti io a sapere che erano state presentate due fidejussioni e i nomi dei componenti di chi materialmente aveva garantito l’iscrizione per domani (oggi)? O meglio un nome lo sapevo ed è quello di Filippo Colonna e del suo consulente finanziario Paolo Sergio Bonacina che sono anche loro stati vittime di certe situazioni nonostante che si fossero affidati ‘mani e piedi’ al patron romano che fino a stanotte ha gestito (malissimo) la vita della Samb… fino alla sua morte.

Per l’esattezza a me la notizia l’ha data Franco Donati, l’emissario di Colonna che è da 5 giorni a  San Benedetto: qualche minuto prima era stato avvisato con una telefonata da una persona vicina a Lotito e al sindaco con queste parole: “Gaspari mi ha detto che un uomo del patron romano presenterà domani la fidejussione ma anche che ce ne sarebbe un’altra. Nella società entrerà anche Colonna ma l’accordo si farà nei prossimi giorni“, questa la risposta di Donati: “I miei assistiti stanno aspettando una telefonata da Roma per stabilire la data dell’incontro, li avverto. Posso riferirlo a Nazzareno Perotti con il quale sono in diretto contatto da almeno un mese?

La risposta è stata sì e Donati mi ha chiamato. La notizia era così buona che ho lasciato tutto e l’ho pubblicata con un grosso respiro di sollievo.

L’epilogo poco fa quando abbiamo parlato con un funzionario della federazione il quale ci ha lapidariamente riferito che, se entro le tredici, non arriva alla Covisoc un documento protocollato di una banca che testimonia una fidejussione in corso, la Samb non verrà iscritta senza possibilità di replica. Sono le 12.41.

In questo momento una marea di tifosi sta dimostrando all’interno del comune di San Benedetto. Io pur sentendomi in colpa posso testimoniare davanti a chiunque la mia perfetta buonafede. Anche perché Roberto Pignotti non ha mai risposto alle mie telefonate nel pomeriggio di ieri.

Domani racconterò quanto è accaduto nell’ultimo mese nei minimi particolari. Sono affranto e abbastanza arrabbiato con Pignotti che pare stia scrivendo su Facebook che Riviera Oggi si è inventato tutto. Ho spiegato che non è così anche se non credo di essere stato io a non fargli presentare la sua ‘fidejussione”. Dopo i miei chiarimenti adesso aspetto i suoi e magari… un miracolo dell’ultimo secondo.

Grazie e scusatemi. Anzi aggiungo quello che sarebbe stato a tarda notte il problema che ha portato alla smentita. Sembrerebbe che l’imprenditore che doveva garantire la fidejussione abbia oltre 100 dipendenti in cassa integrazione e che l’altra fidejussione quella campana non abbia avuto i giusti requisiti. Particolari che, visti i precedenti non posso considerarli certi al 100%.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 20.553 volte, 1 oggi)