GROTTAMMARE – Torna l’appuntamento estivo, tra i più importanti di Grottammare. “Ci sono turisti che prenotano in quei giorni proprio per i fuochi” commenta il sindaco Enrico Piergallini nel presentare la Festa di San Paterniano, il patrono della Città.

Dal 12 al 14 luglio tanti eventi coinvolgeranno il centro di Grottammare, a partire dalla mostra mercato, che per Lorenzo Rossi, con la sua terza edizione si è ormai sedimentata nella memoria dei cittadini. “Abbiamo cercato di renderla meno impattante possibile- commenta l’assessore alle Politiche contro la Crisi- nonostante i 100 espositori che saranno distribuiti tra il lungomare e Corso Mazzini. Di questi alcuni selezionati da noi che proporranno prodotti artigianali, altri si sono offerti visto il successo degli anni passati. Non si venderanno prodotti alimentari ma sarà disponibile uno stand in Piazza Kursaal che sarà aperto anche a pranzo sabato e domenica”.

Un evento di grande spessore sociale sarà il quadrangolare di calcio a cinque per sostenere il piccolo Manuel Dessì, il bimbo affetto da Sma I che si sta sottoponendo alla cura Stamina. Domenica 14 luglio alle 18.30 al campo di calcio di via Tintoretto, si scontreranno uomini del Comune di Grottammare (per ora unica certezza il consigliere con delega allo Sport, Manolo Olivieri, aspettiamo con ansia gli altri nomi, ndr), della Piceno Ambiente, del Ciip e della Polizia Stradale. Tutti coloro che partecipano si cono autotassati, ma si spera in un pubblico generoso, visto che il biglietto è a offerta e che l’intero ricavato andrà devoluto a Manuel.

Le tre serate saranno all’insegna di spettacoli e folklore. Venerdì 12 dalle 21 contest musicale itinerante “Trocka Festival Tour” dedicato alle giovani band e la partecipazione del duo Manuel e Lucia Asd Universo.

Per sabato, alle 21.30, musica e balli dal vivo con il gruppo popolare “Taranta sud”, mentre alle 23 lo spettacolo delle lanterne volanti e luci galleggianti di “Milleluci sul mare”.

Domenica alle 23 la premiazione della quadrangolare di calcio a cura delle assocazioni “Vite Sospese” e “Gioca e vivi con noi”. E gran finale con i fuochi d’artificio musicali a cura della Pirotecnica Santa Chiara.
“Il taglio è giustamente popolare come è opportuno che sia ad una festa patronale. Bisogna ringraziare per la realizzazione la Confraternita della Cucchiara e la Chiesa San Giovanni Battista con il parroco don Giorgio”, conclude Piergallini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.003 volte, 1 oggi)