SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Una città turistica deve mettere in conto questo tipo di disagio. Dubito che a Rimini la gente riesca a parcheggiare facilmente in centro”. L’assessore alla Viabilità Luca Spadoni commenta così la domenica da incubo vissuta dagli automobilisti rivieraschi, che hanno faticato non poco a trovare uno stallo libero sul lungomare.

Una situazione allarmante, ma che allo stesso tempo viene letta positivamente: “Mi preoccuperei se a luglio, con sole e clima mite, sul litorale ci fossero tanti spazi a disposizione”. Della serie: non si può pretendere di attrarre visitatori e parallelamente contestare il caos, le file, i rumori, l’assenza di tranquillità.

Il Comune pertanto brinda e si gode il primo vero week-end da tutto esaurito. Certo, “l’area dell’ex tirassegno era un’ottima valvola di sfogo – ammette Spadoni – però non era di nostra proprietà. Stiamo facendo pressione, di più non possiamo fare”.

L’assessore ricorda inoltre che verrà aperto a breve il parcheggio di Via Calatafimi. Offrirà almeno un centinaio di posti auto gratuiti, mentre non ci sono speranze per quel che riguarda il perimetro antistante lo stadio Riviera delle Palme, attualmente recintato: “Il cantiere è ancora aperto, le abbiamo provate tutte. Comunque, anche quando era a disposizione della città, quella zona non era molto fruita. Soprattutto la sera, la gente preferisce posteggiare a pochi metri dal locale nel quale intende andare a consumare”. In tal senso, l’invito dell’amministrazione comunale è chiaro: “. Da circa due anni – informa ancora Spadoni – ho incrementato la segnaletica relativa all’individuazione delle aree in questione”.

Restando in argomento, l’Azienda Multi Servizi ha comunicato che nelle giornate del 6 e 7 luglio, nella zona turistica, sono state elevate 45 multe per mancata esposizione dei ticket e 19 avvisi per scadenza dell’orario di sosta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.350 volte, 1 oggi)