SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA- Carabinieri si spacciano per elettricisti in un’operazione antidroga a Sant’Egidio alla Vibrata. I militari della locale stazione, diretti dal maresciallo Mario De Nicola, da qualche tempo tenevano d’occhio un’abitazione di albanesi, in cui avevano notato un sospetto via vai di tossicodipendenti della zona. Ieri sera si sono presentati alla porta spacciandosi per elettricisti che dovevano effettuare una riparazione ad un guasto, e quando i proprietari hanno aperto è scattato il blitz. In casa è stato trovata droga disseminata per tutta casa: 4 piante di marjuana coltivate sul balcone, 2 grammi di cocaina già confezionata nascosta in cucina in un barattolo di caffè, 50 grammi di marijuana nel forno (probabilmente messa ad essiccare), un bilancino di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi.

L’intero materiale è stato sequestrato e i carabinieri hanno arrestato per coltivazione e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio Emiljano Shehaj, albanese di 21 anni. Il giovane, arrivato da poco in Val Vibrata in cerca di lavoro ed ospitato in casa da alcuni cugini, era dedito allo spaccio di stupefacenti.

Nel processo per direttissima che si è tenuto oggi, il giovane è stato condannato ad un anno e mezzo e ad una multa di 3mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 728 volte, 1 oggi)