SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ogni giorno una nuova. L’ultima è clamorosa: la Samb avrebbe (condizionale d’obbligo) presentato la fidejussione richiesta per l’iscrizione in Seconda Divisione di Lega Pro nei tempi previsti per evitare penalizzazioni in classifica. La notizia ha scosso tutto l’ambiente sportivo sambenedettese, convinto che nessuno avesse presentato la fidejussione in Lega.

Lo stesso direttore generale Giulio Spadoni ha scritto su Facebook: “Chi è il misterioso benefattore che ha prodotto la fidejussione per la Samb? o c’è stato un errore nell’esame delle domande?”, e poi, successivamente: “Mi sa proprio che la Samb è regolarmente iscritta…fidejussione compresa. Forse prima offendere certe persone si dovrebbe avere più rispetto. Non dico altro domani saprete di più”.

E appunto probabilmente ci sarà da attendere un mercoledì che dovrebbe rivelarsi decisivo sull’asse San Benedetto-Roma.

IRRITAZIONE DI GASPARI “Dopo gli appartamenti a sua insaputa; scopriamo l’esistenza di fidejussioni a sua insaputa”, ha scritto polemicamente il sindaco Gaspari su Facebook. “Chiedo serietà e rispetto per la città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.996 volte, 1 oggi)