MARTINSICURO – Nessun ripensamento dell’amministrazione Camaioni sulla Sagra delle Sagre che si farà a Villa Rosa in piazza Kolbe dal 23 al 28 luglio. La concessione dello spazio alla Pro Loco di Alba Adriatica, che organizza l’evento, è stata definita con una delibera di giunta del 25 giugno. Accese le proteste della Pro Loco di Martinsicuro per un’iniziativa “imposta” dall’amministrazione senza concertare prima l’evento con le associazioni locali e i cui proventi non saranno reinvestiti sul territorio truentino.

A rincarare la dose oltretutto, una seconda delibera di giunta, sempre del 25 giugno, con cui l’amministrazione concede un’area all’associazione Mondovivo di San Benedetto del Tronto, per la realizzazione della rassegna enogastronomica “Capricci di gola”, che si tiene dal 5 al 7 luglio sul lungomare presso la rotonda Las Palmas.

Nero l’umore del presidente della Pro Loco di Martinsicuro Franco Consorti, che questa sera ha incontrato in Comune l’amministrazione comunale e la Pro Loco di Alba Adriatica per confrontarsi sui due eventi. “Sono profondamente offeso da un simile trattamento riservato alla Pro Loco – ha affermato – dopo 50anni di operatività sul territorio, con tanti volontari che si impegnano per il proprio paese, ritrovarsi con manifestazioni importate a Martinsicuro senza interpellare le associazioni locali”.

Non dice di più Consorti, e rimanda ogni ulteriore commento al termine della riunione del direttivo convocata d’urgenza per martedì sera, con cui si dovrà decidere la linea da seguire. Sembrerebbe inoltre che nell’incontro  in Comune sia stata avanzata alla Pro Loco una proposta di partecipazione alla Sagra delle Sagre, rimasta però al momento senza risposta. Nel frattempo nei giorni scorsi Consorti ha protocollato una lettera indirizzata all’amministrazione Camaioni in cui la Pro Loco ha espresso tutto il proprio disappunto per la situazione venutasi a creare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 704 volte, 1 oggi)