SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Andrà in scena mercoledì sera all’Hotel Progresso a partire dalle 21.15 la tanto attesa Unione Comunale del Partito Democratico, convocata su esplicita richiesta dei consiglieri comunali Loredana Emili e Sergio Pezzuoli.

Un appuntamento atteso e più volte rimandato, a cui dovrebbero partecipare anche il segretario regionale, Palmiro Ucchielli, e quello provinciale, Antimo Di Francesco.

Sul tavolo la discussione dei temi proposti dai due dissidenti. Dalla famigerata delibera sul distributore di benzina low cost al progetto delle pensiline fotovoltaiche, passando per la contestata epurazione dell’ex assessore Marco Curzi, decisione questa presa dal sindaco senza una consultazione interna al partito.

La tensione è alle stelle e l’ultimo Consiglio Comunale non ha fatto altro che ampliare la distanza tra le parti. Se da un lato Pezzuoli ha contestato la metodologia dell’amministrazione in merito al finanziamento delle associazioni di volontariato, dall’altro l’ex capogruppo ha bocciato severamente l’intenzione della giunta di introdurre il ticket per il trasporto scolastico: “Si risparmierebbero 50 mila euro – ha tuonato la Emili – lo stesso importo di un anno di Piceno Pass”.

Gaspari non si è mostrato sorpreso: “Nulla di nuovo sotto il sole, il loro voto contrario in assise era annunciato. Ormai hanno intrapreso una direzione ben chiara”.

Lo strappo è profondissimo ed è risultato visibile anche nel corso dell’approdo di Pippo Civati in Riviera. Al Circolo Nautico Ragn ‘a Vela hanno timbrato il cartellino quasi tutti i fedelissimi del primo cittadino (l’assessore Margherita Sorge, i responsabili di Circolo Emanuela Mazzocchi, Valentino Casolanetti e Claudia Schiavon, il capogruppo Claudio Benigni), mentre facevano discutere per la mancata partecipazione gli stessi Emili e Pezzuoli, il consigliere regionale Paolo Perazzoli e gli esponenti del direttivo giovanile. “Non creiamo casi dove non esistono – precisa il segretario locale Felice Gregori – le divergenze interne non c’entrano nulla con gli argomenti nazionali. E poi domenica pomeriggio c’era pure la partita dell’Italia, non facciamo del gossip sterile”.

Intanto, qualcosa si muove sul fronte dei renziani che, martedì sera nella sede di Via Manara, daranno alla luce l’associazione “Adesso Partecipo”. “Il nostro obiettivo – annunciano i promotori – è far rinascere la passione politica attraverso scuole di formazione e seminari, collegati alla rete nazionale dei comitati Renzi. Sentiamo la necessità di aprire la politica e di favorire la partecipazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)