MARTINSICURO – Segnaletica installata nel giorno stesso della firma dell’ordinanza, e dunque ben visibile già due giorni prima delle multe effettuate dai vigili urbani. Sull’istituzione del divieto di sosta in via dei Pini, l’amministrazione Camaioni risponde alle critiche dei gruppi Progetto Comune e Martin Rosa.

“Un’amministrazione Comunale che si rispetti – si legge in una nota – ha il compito di prendere le decisioni che ritiene opportune avendo come obiettivo  principale quello di ottenere risultati positivi che vadano a favore dell’intera collettività. Uno dei problemi del nostro Comune negli anni passati è stato invece che si è teso a tutelare l’interesse di questa o quella categoria senza preoccuparsi se le scelte potevano avere una ricaduta positiva verso la generalità dei cittadini.

Avevamo deciso di darci una linea di condotta tesa ad evitare di rispondere ad ogni critica, ma dispiace dover verificare che ancora oggi prevalga questo tipo di atteggiamento anche in coloro che vorrebbero rinnovare i partiti tradizionali.

Parliamo della polemica sui divieti installati in via dei Pini riportata sulla stampa locale, in cui i due consiglieri di minoranza che ne sono portavoce sembrano difendere la categoria di coloro che amano parcheggiare dove non è consentito. Ci teniamo innanzi tutto a precisare che l’incidente di cui parlano i consiglieri non è avvenuto all’intersezione tra il Lungomare e via dei Pini ma all’interno della piazzola di parcheggio antistante la spiaggia libera per una questione di grave distrazione e non ha nulla a che vedere con l’istituzione dei sensi unici e nulla di diverso rispetto ad altre decine di incidenti avvenuti  negli anni passati, per cui spiace si debbano prendere a pretesto situazioni come questa per fare opposizione politica.

Rispetto, invece, al problema specifico sollevato dai componenti di Progetto Comune e Martinrosa  vorremmo solo far notare un paio di questioni.

L’ordinanza che dispone il posizionamento dei divieti di sosta sul lato sud e in alcuni punti sul lato nord di Via dei Pini è datata 21 giugno 2013: nella stessa giornata è stata prontamente posizionata la segnaletica che, di conseguenza, è stata ben visibile per ben due giorni antecedenti la domenica 23. Il fatto che la stessa sia stata pubblicata il 26 giugno è una questione di lana caprina, prima di tutto perché comunque le ordinanze entrano in vigore al momento della firma e non al momento della pubblicazione, e in secondo luogo perché in materia di viabilità è fuori discussione che ciò che conta è la segnaletica installata. Tra l’altro va evidenziato che nella strada in questione non sono mai stati presenti gli stalli bianchi di parcheggio per cui il fatto che negli anni si sia parcheggiato sulla carreggiata, intralciando comunque il normale traffico, è altrettanto singolare che venga definito dai consiglieri come la normalità.

Vogliamo chiudere le nostre considerazioni dicendo che domenica 23 non è stata fatta nessuna “raffica di multe” ma sono state elevate dal corpo dei Vigili  le giuste sanzioni a quanti non hanno rispettato la legge. Che i consiglieri considerino questo una fortuna per le casse dell’Ente non ci trova d’accordo, in quanto sanzionare chi non è in regola non è solo un sistema per fare cassa, ma ha lo scopo principale di fare in modo che i cittadini rispettosi delle regole sappiano che c’è chi vigila e punisce chi non le rispetta.

Rispediamo al mittente, quindi, le considerazioni di schizofrenia riguardo alle scelte di viabilità effettuate e nel ringraziare i cittadini che giornalmente ci fanno pervenire i loro pareri positivi e contribuiscono  fattivamente al miglioramento della vivibilità nel nostro Comune, invitiamo di nuovo i nostri colleghi di minoranza a non cercare necessariamente visibilità abbracciando anche cause che a nostro avviso non meritano di essere prese in seria considerazione”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 659 volte, 1 oggi)