Cessione Samb. Oggi in conferenza stampa ne ha parlato anche il sindaco Giovanni Gaspari definendo la situazione sul fronte del cambio dei vertici societari. “Ho la percezione che siamo vicini alla conclusione, almeno tre sono le situazioni che possono chiudersi in un arco di tempo breve. dipenderà da cosa metteranno sul tavolo”, ha detto il primo cittadino senza però fare nomi a parte dell’esclusione di dirigenti vicini al presidente della Lazio, Claudio Lotito: “Mai incontrato”. Mentre qualche giornale ha scritto di una sua presenza nell’incontro tenutosi ieri sera.

Magari si tratta di una bugia “forzata” perché, come tutti sanno, Lotito non può avere direttamente e indirettamente più di due squadre. Già ha la Lazio e la Salernitana. Tutto è possibile anche se l’inesistenza di trattative con persone vicine a lui è stata confermata dal presidente rossoblu Roberto Pignotti.

Dell’imprenditore, il cui nome è trapelato solo ieri sera tramite un nostro articolo, ha detto: “Fra i tre pretendenti c’è anche Filippo Colonna che, secondo me, ha capacità economiche, non viene a proporre cittadelle né tanto meno alcun metro cubo”. Il sindaco conosce il suo nome da almeno tre giorni e quindi avrà avuto tutto il tempo per prendere informazioni. Posso aggiungere anche un particolare da non trascurare: tra i commenti pervenuti al nostro giornale non ci sono contro indicazioni. Informarsi sui trascorsi di chi si avvicina alla Samb è diventata da alcuni anni una specie di moda.

A dir la verità neanche per Luca Carangelo ci sono stati riscontri negativi ma con una differenza: si conosce molto poco della sua attività mentre di Filippo Colonna si sa chi è e cosa fa e, guardando bene, anche che la sua attività gode di buona salute. Pare però che Luca Carangelo abbia in mano un documento che testimonia un accordo già preso con Pignotti e Bartolomei.

Il terzo nome potrebbe essere quello di Pasquale Di Cosola che è molto determinato a raggiungere lo scopo, si vede spessissimo a San Benedetto e pare che abbia già in mano la fideiussione necessaria per l’iscrizione al campionato.

Il sindaco ha concluso così  la conferenza: “Io gli impegni con città e dirigenza li ho mantenuti, spendendo 42 mila euro per lavori di spogliatoio e sala stampa che consentono l’iscrizione in LegaPro, inoltre entro marzo saranno ultimati quelli dell’illuminazione”
I prossimi tre giorni saranno decisivi, il tempo è quasi scaduto.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.770 volte, 1 oggi)