SAN BENEDETTO DEL TRONTO -A seguito della attività investigativa le Squadre Mobili di Ascoli Piceno e Teramo hanno accertato l’esistenza, presso un ristorante di Controguerra, di una piantagione di marijuana.

Nella mattinata del 20 giugno, i poliziotti con il supporto dell’unità cinofile di Pescara e della Polizia Scientifica di Ascoli Piceno, accedeva all’interno del ristorante “il vecchio mulino” sito sulla bonifica del Tronto.

Hanno scoperto che al primo piano dello stabile, il gestore dell’attività commerciale, un sambenedettese di anni 28, aveva ricavato una vera e propria serra adibita alla coltivazione delle piante di marijuana.

La perquisizione locale permetteva di rinvenire e sequestrare 30 piante di marijuana e 40 grammi di marijuana in polvere, pronta al confezionamento nonché le lampade Uva usate per la coltivazione della marijuana, per un valore sul mercato di oltre 5mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.473 volte, 1 oggi)